Radius: Off
Radius:
km Set radius for geolocation
Search

Scario, lo splendido Cilento a due passi dalla Calabria

Scario, lo splendido Cilento a due passi dalla Calabria

Scario è la frazione principale del Comune di San Giovanni a Piro, in provincia di Salerno, ma è soprattutto un delizioso e pittoresco borgo marinaro, sorto alle pendici del Monte Bulgheria e che si affaccia all’imbocco a nord del Golfo di Policastro, all’ interno del Parco Nazionale del Cilento e Vallo Diano. Scario è meta turistica di rilievo nel Cilento per la sua posizione geografica, vicino all’ incontaminata costa della Masseta, e per il suo porto che è tra i più attrezzati della zona. Le vacanze al mare a Scario sono perfette grazie alla qualità delle sue acque che anche per il 2015 sono state insignite del riconoscimento Bandiera Blu della Fee. La stazione ferroviaria più vicina a Scario è quella di Policastro Bussentino, sulla linea Napoli-Salerno-Reggio Calabria.

Cosa vedere e fareSpiagge di ScarioDove alloggiare

Cosa vedere e fare

Il mare di Scario nel Cilento

Il mare di Scario. Foto da Flickr

Durante le vacanze al mare a Scario d’obbligo una passeggiata rilassante per l’ampio lungomare, scorrendo la fila dei palazzetti color pastello che si affacciano sul porto; all’ingresso del lungomare Marconi ci accoglie la Chiesa dell’Immacolata che si erge slanciata sulla piazzetta antistante, assieme al suo campanile; qui si venera una statuetta lignea della Madonna, donata da un capitano di vascello scampato ad un naufragio. Ogni estate, la sera del 10 agosto, la statua viene portata in processione sul mare. Alla fine del lungomare si trova il Rione Sant’Anna, uno degli angoli più caratteristici di Scario. Un cordolo di case antiche affacciate sul mare che si raccolgono attorno alla chiesetta di Sant’Anna, protettrice delle donne incinte. Come altri paesi della costa cilentana, anche Scario ha le sue torri di avvistamento, entrambe risalenti al XVI sec.: la Torre del Garagliano e la Torre dell’Olivo. In estate, dal porto turistico partono numerose escursioni in barca alla scoperta delle tante grotte carsiche, calette e spiagge disseminate lungo la meravigliosa Costa della Masseta, a nord di Scario, come la Grotta Grande ed il Riparo del Molare, in cui sono stati rinvenuti importanti reperti preistorici, in parte custoditi nel Museo “Centomila anni prima di Scario”. Alcune sono raggiungibili solo via mare, altre anche via terra. Per gli amanti del trekking ci sono interessanti passeggiate a piedi da poter fare: il Sentiero della Grotta dell’Acqua , un percorso che parte da Scario e si sviluppa a mezza costa attraverso la macchia mediterranea e lungo cui potrete ammirare la Torre Spinosa e la Grotta dell’Acqua (chiamata così per l’incessante stillicidio di acqua che genera suggestive stalagmiti); o il sentiero che parte da Ciolandrea –  belvedere panoramico di San Giovanni a Piro, da dove è possibile ammirare il Golfo di Policastro, la costa lucana, e finanche il Cristo di Maratea –  e scende lungo la costa della Masseta fino alla spiaggia di Marcellino. Se state trascorrendo le vacanze al mare a Scario, non dimenticate di fare visita a San Giovanni a Piro, una terrazza naturale sul Golfo di Policastro che conserva pressoché intatto l’impianto urbanistico medievale, con viuzze lastricate, palazzetti gentilizi con i portali in pietra locale; nella vicina frazione di Bosco, completamente distrutta durante i moti cilentani del 1828, hanno resistito agli oltraggi del tempo i ruderi di un Cenobio Basiliano dedicato a San Nicola. La distruzione del borgo è raffigurata in 196 mattonelle di ceramica dipinte dal pittore spagnolo Josè Garcia Ortega, allievo ed amico di Picasso, che amava soggiornare qui. La sua casa ospita un museo a lui dedicato che espone molte sue opere.

Spiagge di Scario

Spiaggia a Scario, Cilento

spiaggia di Scario. Foto di Massimo Di Dato

Se cercate un mare blu e cristallino, Scario è sicuramente la località perfetta. Da anni Bandiera Blu, le acque di questa parte del golfo di Policastro sono limpide e ricche di flora e fauna marina, probabilmente a causa della presenza di sorgenti sottomarine di acqua dolce e ad una temperatura più bassa. Siamo in uno dei tratti di costa più suggestivo e forse meno conosciuto del Cilento, costellato da grotte carsiche, rocce a strapiombo nel mare e spiagge strette e prevalentemente ciottolose. D’estate ogni giorno dal porto partono a barche che in meno di mezz’ora portano i turisti alle spiagge della Costa della Masseta, al costo di 6 euro circa per andata e ritorno; le spiagge sono raggiungibili via autobus sempre dal porticciolo del paese. Le spiagge più belle e note di Scario sono: la spiaggia di Marcellino (detta anche dei Francesi), al confine tra i comuni di San Giovanni a Piro e Marino di Camerota. Seguita dalla spiaggia di Risima; la spiaggia della Sciabica, sulla quale, come per la precedente, d’estate è possibile noleggiare ombrelloni e lettini; e la spiaggia dei Gabbiani.Oltre alle spiagge cittadine, vi consigliamo la spiaggia della Tragara. Evi invitiamo a visitare la foce del fiume Bussento che si trova nella zona nord-est di Scario.

Inoltre da Scario si parte anche 1 volta alla settimana per Punta Infreschi: piccolissimo e splendido porticciolo naturale che racchiude una minuscola spiaggia di sabbia dove si trova un antico veliero pirata adibito a ristorante. Tutt’attorno rocce levigate e grotte da esplorare o circumnavigare a nuoto. La traversata dura un’ora. Punta Infreschi è un posto da non perdere. Ci si informa al porto di Scario per costi e orari.

Dove alloggiare

scario

Se volete vivere appieno l’atmosfera dell’antico e caratteristico borgo marinaro, durante le vacanze al mare a Scario si può scegliere di soggiornare all’Hotel- Ristorante Cavaliere, un tre stelle a pochi passi dal mare, con le sue terrazze panoramiche e le camere arredate con opere d’arte. In alta stagione, le tariffe – da intendersi a persona a notte – vanno dai 60 euro per la formula b&b ai 90 euro della pensione completa; a pochi passi dal porto, immerso nel verde del Parco Nazionale del Cilento, all’ombra di ulivi secolari, l’Hotel Il Giardino: qui il costo di una camera a notte in alta stagione è all’incirca di 70 euro con formula B&B. Per una tipologia di vacanza più indipendente si consigliano: Casa Vacanze Baia Garagliano, una struttura moderna con appartamenti full optional a 50 metri dal porto turistico da dove partono le moto barche dirette alle spiagge; e Residence Dominik, una struttura di case vacanza che offre sistemazioni aperte anche agli animali domestici. In alta stagione il costo di un appartamento con formula residence varia dai 900 ai 1300 euro a settimana. Per le famiglie con bambini il residence villaggio La Francesca  è la soluzione ottimale per trascorrere una vacanza rilassante, direttamente sul mare e circondati dal silenzio della natura. Per i bambini fino ad 8 anni di età il soggiorno è gratis, con i genitori in formula pensione.

About Mariateresa Lombardi

Si occuperà degli aspetti gestionali dell’impresa e della progettazione dell'offerta turistica-culturale. Inoltre avrà cura della ricerca e gestione dei contatti con eventuali clienti coordinando le attività promozionali ed informative. Mariateresa Lombardi studentessa in Turismo , ha forte conoscenze del territorio e del sistema di comunicazione . Ama viaggiare e scoprire posti e tradizioni nuove .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati