Questi 4 sintomi che avverti alla gambe sono segnali del cancro al pancreas: cosa verificare subito

Pochi potrebbero pensarlo, ma osservando le nostre gambe possono emergere dei segni tipici del cancro al pancreas.

Essere in buona salute è ovviamente il sogno di tutti, anche se non sempre questo è possibile, per questo sarebbe bene prestare attenzione a eventuali sintomi particolari che non si sono mai verificati prima. Nessuno come noi, infatti, conosce il nostro corpo, per questo già da questo si può comprendere se sia necessario parlare con il medico in merito a quello che si nota e stabilire insieme se sia necessario sottoporsi ad approfondimenti specifici.

sintomi cancro al pancreas
Osservare le gambe può farci capire se sia necessaria una visita – (Foto Nextmediaweb Srl – Jammway.it)

La prevenzione e la diagnosi precoce restano due strumenti fondamentali che possono aumentare le possibilità di guarigione per malattie anche gravi, è bene ricordarlo. Nonostante questo, c’è una patologia che fa ancora paura quando viene diagnosticata perché non sempre viene garantita la possibilità di sopravvivenza: il cancro al pancreas.

Temi di avere il cancro al pancreas? Occhio alle gambe

Il cancro al pancreas è una tra patologie che può generare una forte sensazione di terrore quando viene diagnosticata, soprattutto perché sono diversi i personaggi famosi che lo hanno avuto e non tutti sono riusciti a guarire (emblematico è il caso di Gianluca Vialli). Le cause che possono scatenarlo non sono note, per questo diventa importante verificare se si notano sintomi particolari che potrebbero essere collegate alla malattia.

In pochi potrebbero immaginare come alcuni segnali riconducibili alla malattia possano arrivare dalle gambe, invece, è esattamente così. Il sangue delle persone che ne sono affette diventa ipercoagulativo, termine con cui si indica la condizione secondo cui si registra un maggiore rischio di coagulazione del sangue.

sintomi cancro al pancreas
Mai sottovalutare il dolore al petto – (Foto: Canva – Jammway.it)

Si può quindi notare un coagulo di sangue in una vena, spesso situata nella gamba, condizione denominata trombosi venosa profonda. In alcuni casi il coagulo potrebbe staccarsi dalla gamba e arrivare a raggiungere i polmoni, inevitabilmente se questo accade può diventare difficile riuscire a respirare, oltre ad avvertire dolore al petto. Muoversi in maniera tempestiva in questi casi è determinante.

Tra gli altri sintomi che non si dovrebbero sottovalutare e che coinvolgono le gambe, ovviamente se persistenti, ci sono il dolore, il gonfiore, arrossamento e calore localizzati. In questi casi parlarne con il medico di famiglia, che conosce bene la nostra situazione personale, è raccomandabile, si valuterà così insieme se siano necessari approfondimenti.

Ovviamente queste condizioni non stanno necessariamente a indicare la presenza di un tumore, ma agire con tempestività senza fasciarsi subito la testa è la scelta migliore. Nel caso del cancro al pancreas, infatti, spesso il malessere è silente, i problemi iniziano a manifestarsi man mano che il problema si sta diffondendo agli altri organi (tasso di sopravvivenza al 7%), per questo si inizia a pensare a una visita quando si riscontrano perdita di peso, ittero e dolore addominale, ma a quel punto le terapie a cui ci si dovrà sottoporre possono diventare più pesanti.

Impostazioni privacy