Google, addio alle truffe telefoniche: ma se in pericolo fosse la privacy?

É in arrivo una nuova funzionalità di Google. Sarà particolarmente utile nel prevenire le truffe telefoniche. Tuttavia, gli esperti la definiscono “un pericolo” per la nostra privacy.

In tempi recenti le truffe telefoniche sono diventate sempre più sofisticate e pericolose tanto che ne è vittima un numero crescente di persone in tutto il mondo. Nessuno può dirsi immune. Le strategie dei malfattori puntano in maniera abile alla sottrazione di dati sensibili (sia personali che finanziari) e al conseguente prosciugamento dei nostri conti.

Google Gemini: rischio Privacy
Google promette maggiore sicurezza con il prossimo aggiornamento, ma a quale prezzo? – (Foto
NextMediaWeb Srl) – jammway.it

Per questo motivo, il colosso informatico Google ha sviluppato un nuovo strumento che ha proprio lo scopo  di proteggere gli utenti da questa tipologia di frode. Tuttavia, dovremmo essere disposti a pagare (forse) un prezzo troppo alto; gli esperti di sicurezza, infatti, sono allarmati poiché la funzionalità in arrivo sarebbe “incredibilmente pericolosa” in tema di privacy.

Attualmente i telefoni Android possono impedire di ricevere chiamate sospette tramite un avviso di scam che arriva sullo schermo del dispositivo. Ciò è fattibile poiché esiste un database di numeri classificati come pericolosi. Nonostante ciò, non è un sistema infallibile. Scopriamo qual è la nuova idea di Google e perché potrebbe far storcere in naso a numerose persone.

Google, nuova funzione in arrivo: sicurezza migliorata ma privacy ad alto rischio

La soluzione di Google per porre fine alle truffe è quella di ascoltare le chiamate telefoniche. Avete letto bene. Gli sviluppatori hanno annunciato molte nuove funzionalità riguardanti l’intelligenza artificiale Gemini.

Google Gemini Nano rischio Privacy
Privacy a rischio con la nuova funzionalità di Google Gemini Nano (Foto Canva) – jammway.it

Le chiamate fraudolente sono un sistema utilizzato dai criminali per rubare i nostri dati personali con l’obiettivo di poter effettuare diverse operazioni a nostro nome, come l’accesso ai conti bancari. Per cercare di evitare ciò, Google sta lavorando a una nuova funzione che utilizza avvisi in tempo reale durante una telefonata, se vengono rilevati schemi di conversazione solitamente associati alle truffe si riceverà un segnale immediato.

Immaginate di essere contattati dalla banca che vi invita ad effettuare un trasferimento urgente o vi richiede un PIN o una password poiché il vostro conto sarebbe sotto attacco: ebbene, questo è il segno che sta accadendo un illecito. Mai e poi mai una banca o altro ente ufficiale agirebbe in questo modo.

Tuttavia, se concederete le autorizzazioni necessarie, Gemini potrà ascoltare le vostre chiamate e avviserà tramite un avviso sullo schermo del cellulare se siete oggetto di un tentativo di truffa. Ovviamente, è la privacy a venir meno. Il fine giustificherà il mezzo? Sicuramente è uno strumento che susciterà grandi dibattiti.

Impostazioni privacy