Domicella: un viaggio in Irpinia dove c’è l’aria buona

0
535
Frutta secca
Frutta secca

Da una piccola “dimora” è nato un grazioso borgo. Il nome Domicella, infatti, deriva dal latino “domus” seguito dal suffisso diminutivo “cella”, in origine si trattava di una piccola dimora patronale, che nell’alto Medioevo divenne centro di un gruppo di altre abitazioni formanti un casale. Posta sulle pendici settentrionale del monte Sarno o monte S. Angelo di Palma Campania, domina la verde pianura campana. Il centro del paese che sembra fermo nel tempo, è circondato da montagne coltivate a noccioleti, castagneti e vigneti. Non a caso la frutta secca di Domicella è famosissima ed ogni anni le viene dedicata una festa che richiama visitatori da tutta Italia. Proprio nelle vicinanze si trova Lauro e la sua splendida Valle.

Cosa vedere a Domicella

Il piccolo borgo dell’Irpina è formato da una centro storico molto grazioso, con viuzze che si rincorrono e piccole scale che danno accesso alle abitazioni. Il centro è stato risistemato a seguito del terremoto dell”80. Da vedere le Chiese di San Nicola di Bari, del Carmine e di San Gregorio Magno, l’Istituto del Sacro Cuore e il Palazzo Lupi-Domicella. Molto significativa è l’Abbazia della Madonna delle Grazie, la cui origine risale almeno all’Anno Mille, anche se oggi l’edificio è improntato allo stile del ‘700. Si trova in località Badia e presenta un bel portale lapideo e alle sue spalle uno splendido parco.

Non mancano le testimonianze archeologiche che sono costituite dai ruderi di una Villa romana sulla via Palma-Lauro e da un’altra Villa Rustica, anche questa di epoca romana, in località Cioppola.

In frazione Casola, nel primo fine settimana del mese di settembre si svolge la Sagra della frutta secca, che deve la sua fama alla preparazione di specialità genuine a base di noci e nocciole, produzioni di eccellenza del territorio. Dolci, biscotti, gelati, fichi secchi alle noci, torroni, sono tra le prelibatezze offerte in occasione dell’evento, senza dimenticare i particolari spaghetti alle nocciole, piatto tipico della cucina casolese.

Le nocciole a Domicella la fanno da padrone in campagna ed in cucina dove si potranno degustare insoliti primi. La tradizione popolare vuole che la nocciola sia la regina della vigilia di Natale, infatti, forma il condimento del formato partenopeo per eccellenza: gli spaghetti.

Come arrivare a Domicella

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here