Radius: Off
Radius:
km Set radius for geolocation
Search

Se in Vino veritas allora in Campania non esistono bugiardi. Vino da bere in Campania

Se in Vino veritas allora in Campania non esistono bugiardi. Vino da bere in Campania

 

Vino da bere in Campania

Vino da bere in Campania. Foto da Flickr

In questa terra dal buon clima mite, in cui si registra un altissimo livello qualitativo di vigneti, sicuramente non resterete delusi dal suo ottimo vino. La storia dell’enologia di questa terra, infatti, inizia con l’arrivo degli antichi Greci nei territori che più tardi prenderanno il nome di Magna Grecia. Ecco il vino da bere in Campania.

In Campania sono prodotti 3 vini DOCG (Fiano, Greco di Tufo e Taurasi), 18 vini DOC e 9 vini IGT. Le zone della Campania a maggiore produzione di vini sono quelle del Vesuvio, delle isole di Capri ed Ischia, della penisola Sorrentina, dell’avellinese e del beneventano. A fianco dell’Aglianico trovano spazio il Sangiovese,  il Barbera il Piedirosso, (conosciuto in alcuni luoghi come Per’e Palummo), la Guarnaccia, lo Sciascinoso, il Primitivo, il Gragnano (tra quelli a bacca rossa), il Trebbiano Toscano, la Malvasia Bianca,  l’Aspirino, il Moscato Bianco, la Forastera, il Biancolella (questi due nell’isola di Ischia), il Greco di Tufo, il Coda di Volpe, la Verdeca, la Falanghina e il Fiano di Avellino (tra quelli a bacca bianca).

Dall’antica Grecia alla Campania, un elenco dei sapori e prodotti dell’intera regione. Ecco il vino da bere in Campania.

Vino in Campania

Il vino da bere in Campania. Foto da Flickr

Sannio  DOC
Nell’intera provincia di Benevento, parte dell’antico territorio italico del Sannio, si producono i seguenti vini riuniti sotto un’unica denominazione: Bianco, Rosso, Rosato. Qui di sicuro non rimarrete delusi dal vino da bere in Campania.

Solopaca DOC
In una vasta zona viticola che da Cerreto Sannita si spinge verso sud sino a Solopaca e oltre Melizzano, in provincia di Benevento, dalla vinificazione di uve bianche e rosse di diversi vitigni ivi coltivati, si ottengono questi piacevoli vini: Bianco, Rosso, Rosato, Aglianico, Falanghina, Spumante.

Sant’Agata dei Goti DOC

Un altro vino da bere in Campania si produce all’intero del territorio amministrativo del comune di Sant’Agata de’ Goti, in provincia di Benevento. Questo vino si produce nelle seguenti tipologie: Bianco, Rosso, Rosato, Aglianico, Greco, Falanghina, Falanghina Passito, Piedirosso.

Aglianico del Taburno DOC
Nella vasta area comprendente il territorio del Comune di Taburno e quello di diversi altri comuni della provincia di Benevento, si producono questi ottimi vini: Aglianico del Taburno Rosso, Aglianico del Taburno Rosato, Taburno Bianco, Taburno Rosso, Taburno Novello, Taburno Falanghina, Taburno Greco, Taburno Coda di Volpe, Taburno Piedirosso, Taburno Spumante.

Guardia Sanframondi o Guardiolo DOC
Nella zona collinare ben esposta, ad una altitudine non superiore ai 600 metri sul livello del mare, nel territorio di di alcuni comuni della provincia Benevento si producono i seguenti vini: Bianco, Rosso, Rosato, Falanghina, Spumante, Aglianico.

Falerno del Massico DOC
Nei terreni collinari ben esposti di alcuni comuni della provincia di Caserta si ottengono i seguenti tipi di vino: Bianco, Rosso, Primitivo. Il vino da bere in Campania di sicuro passa da qui.

Galluccio DOC 
In provincia di Caserta, nel territorio amministrativo dei comuni di Conca della Campania, Mignano Monte Lungo, Rocca d’Evandro, Tora, Piccilli e Galluccio (da cui il nome), si producono i seguenti vini: Bianco, Rosso e Rosato.

Asprinio di Aversa DOC
La zona di produzione di questo vino comprende il territorio di diversi comuni delle province di Caserta e di Napoli. Per salvaguardare la tipica forma di allevamento ad “alberata aversana”, da considerarsi bene ambientale e culturale della zona, sono consentiti impianti allevati in forma verticale. I vini ottenuti dalle uve provenienti dai vigneti così allevati devono obbligatoriamente portare in etichetta la menzione aggiuntiva “alberata” o “vigneti ad alberata”. Prodotto con le uve di Asprinio e con quelle di altri vitigni a bacca bianca non aromatici (massimo 15%), ha un colore paglierino più o meno carico; odore intenso, fruttato e un  sapore secco, fresco, caratteristico.

Greco di Tufo DOC 
Nella zona a nord di Avellino, con le uve dei vitigni Greco e Coda di Volpe bianca, si ottiene questo vino dal colore paglierino o giallo dorato; odore netto, gradevole, caratteristico; sapore tenue, asciutto, armonico.

Fiano di Avellino DOC
Con le uve del vitigno Fiano e con l’eventuale aggiunta di quelle di Greco, Coda di Volpe bianca e Trebbiano toscano, si produce questo vino dal colore giallo paglierino più o meno intenso; odore intenso, gradevole, caratteristico; sapore secco, armonico.

Taurasi DOCG 
Un vino da bere in Campania non molto noto, ma da considerarsi, tuttavia, uno dei migliori vini del Mezzogiorno d’Italia per le sue eccellenti caratteristiche. Prodotto nell’intero territorio di diversi comuni della provincia di Avellino, ed in particolare nel Comune di Taurasi da cui prende il nome, presenta un colore rubino intenso, tendente al granato ed un odore caratteristico, più o meno intenso con retrogusto persistente.

Ischia DOC
I vini dell’isola di Ischia  sono noti sin dal ‘500, epoca in cui primeggiava il “Greco” al quale venivano attribuite addirittura virtù igieniche e terapeutiche. Qui si coltivano i seguenti tipi: Bianco, Bianco Spumante, Rosso, Biancolella, Forastera, Piedirosso (Pér `e Palummo), Piedirosso (Pér `e Palummo Passito).

Penisola Sorrentina DOC
In vigneti collinari, di buona esposizione e di altitudine non superiore ai 600 metri sul livello del mare, situati nell’intero o in parte del territorio di alcuni comuni della penisola sorrentina, si produce l’omonimo vino nelle tipologie: Bianco, Rosso, Rosso Frizzante Naturale.

Campi Flegrei DOC 
Nell’intero territorio dei comuni di Procida, Pozzuoli, Basoli, Monte di Procida e Quarto ed in parte di quello di Marano e Napoli, si producono vini a denominazione di origine controllata “Campi Flegrei” nei tipi: Bianco, Rosso, Piedirosso (Pér `e Palummo), Piedirosso (Pér `e Palummo Passito), Falanghina, Falanghina Spumante.

Capri DOC
Sui declivi a terrazze che scendono verso il mare, in una delle isole più famose nel mondo, celebre anche per il suo clima straordinariamente mite, Capri, si produce l’omonimo vino nei tipi: Bianco e Rosso.

Costa d’Amalfi DOC 
La denominazione di origine controllata “Costa d’Amalfi” è riservata ai vini prodotti in vigneti collinari, di buona esposizione e di altitudine non superiore ai 650 metri s.l.m., situati nel territorio del comune di Amalfi e in quello di altri dodici comuni della provincia di Salerno nei tipi: Bianco, Rosso, Rosato.
Sui declivi del Vesuvio, il vulcano che sovrasta il golfo di Napoli, crescono i vigneti dalle cui uve si ottengono questi deliziosi vini: Bianco, Rosso e Rosato.

About Mariateresa Lombardi

Si occuperà degli aspetti gestionali dell’impresa e della progettazione dell'offerta turistica-culturale. Inoltre avrà cura della ricerca e gestione dei contatti con eventuali clienti coordinando le attività promozionali ed informative. Mariateresa Lombardi studentessa in Turismo , ha forte conoscenze del territorio e del sistema di comunicazione . Ama viaggiare e scoprire posti e tradizioni nuove .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati