Radius: Off
Radius:
km Set radius for geolocation
Search

Come promuovere una band emergente

Come promuovere una band emergente

Avete un gruppo e nella saletta di registrazione vi sentite più ganzi di quei quattro atteggiati che hanno avuto successo senza tanto talento? Bene, se siete bravi, ma non riuscite a sfondare forse avete sbagliato il vostro modo di proporvi. Anche se il pubblico dovrebbe amarvi solo per il fatto di essere belli, fighi e metallari in realtà se a conoscervi è solo la vostra mamma e qualche amico che forse viene alle vostre serate per obbligo più che per piacere sarà difficile ottenere fans, successo e gloria. Le alternative sono: pagare un ufficio stampa che vi faccia diventare Bruce Springsteen o provare con il fai da te. Nel tentativo di ottenere un po’ di seguito molte band si trasformano in veri webmaster che stanno più davanti al pc che a provare i pezzi. Si sa l’immagine conta, ma se non c’è qualità nella musica e buona tecnica, questa svanisce velocemente. Nel mondo di oggi la verità è che non si può pensare solo alla musica ma bisogna essere esperti di marketing per sfondare. Oltre a Fender, Gibson, Yamaha e Ibanez il vostro pane quotidiano si chiamerà Facebook, Myspace, Soundcloud e Itunes. Ormai non siamo più negli anni 50 e non bisogna solo fare buona musica o avere talento per calcare palchi importanti, se non sapete proporvi, siete fuori dal mercato! Anche se l’arte non ha alcun bisogno del mercato… è triste da dire, ma voi sfortunatamente si! Ecco qualche consiglio per promuovere una band emergente ed aumentare la vostra notorietà.

Come promuovere una band emergente

Avere successo come band emergente. Foto da Pexeles

Essere ovunque. Diventare più social di Gianni Morandi

Tutti perdiamo del tempo su Facebook, ma quel social network considerato un passatempo e un modo per “cazzeggiare” può essere un utile strumento di lavoro. Come ti informi su cosa fare la sera? Come organizzi le tue serate? Dove sei informato sulle news del tuo gruppo preferito? Dove condividi musica? La risposta è unica: FACEBOOK. I più rock e alternativi lo considereranno uno strumento da femminucce.. ebbene se non siete li..non esistete. Rimarrete un’entità astratta che aleggia nell’incantato mondo della musica che oltre a chiacchierare con lo spirito di Kurt Cobain non può fare molto. Ma non serve solo facebook, per promuovere una band emergente. Per farvi conoscere dovete essere ovunque: twitter, instagram, soundcloud, bandcamp, vine, ecc. Però attenzione, non utilizzate i social come un semplice contenitore. Se avete appena fatto un concerto, non ricordatelo 10 volte al giorno, la gente si stanca e potrebbe odiarvi..o venirvi a cercare fino a casa per rompervi un disco in testa.

Uno di Social Network più efficaci per promuovere una band emergente rimane sempre Youtube. Nel mondo ci sono molti artisti diventati famosi per un video su Youtube nel quale il più delle volte non cantano nemmeno. Quindi fate video di canzoni vostre e di cover, ma anche di qualsiasi cosa che vi venga in mente che faccia parlare di voi e che dia alla gente un valido motivo per condividerlo.

Flyer, volantini, locandine, striscioni, tappezzamenti di città…

E’ giusto utilizzare il materiale cartaceo per promuovere una band emergente e far conoscere alle persone dove e quando suonerete e per quale elettrizzante motivo. Ma se non avete già un nome tutti i soldi spesi per tappezzare la città finiranno in un cestino così come i volantini. Sono in pochi quelli che vanno a vedere un concerto solo perchè hanno letto un nome su un volantino. Quindi inutile spendere tanti soldi per fare le cose in grande, ma promuovetevi nei vostri ambienti, come per esempio la sala di registrazione, all’università, nei club. A volte basta anche solo urlarlo…stasera suono al locale dietro l’angolo, forse avrete più uditori che una vera campagna pubblicitaria.

Fate dei regali, a volte il pubblico va comprato

Per quanto si voglia far finta di niente i regali piacciono proprio a tutti. L’idea di avere qualcosa in omaggio, può far gola e non poco. Vincere, un disco, una maglietta, un portachiavi, un mestolo da cucina..di chi? Poco importa! Basta averlo in regalo. Potreste proporre un contest, chi condivide di più un vostro pezzo avrà un regalo. Semplice e senza fatica. Vedrete aumentate le vostre visualizzazioni senza dover fare praticamente nulla. Preparate il disco regalo però, perché in caso di bufala…siete finiti, dovreste solo cambiare nome ed andare a suonare in Russia. Non male, potreste fare compagnia d Albano.

Pubblico live, se non ce l’avete: inventatelo!

Alla fine l’unica cosa che conta è suonare i vostri pezzi e fare sold out. Se non suonate dal vivo…è inutile perdere tempo e fantasia a promuovervi. Se non avete ancora un seguito e ai vostri live, come si dice dalle nostre parti, ci siete solo voi e Pino Mauro, inventatevi concerti e pubblico. Suonate ovunque: nel garage di casa, alla comunione del cugino, al matrimonio della sorella della zia di vostra mamma, nel parco sotto casa…insomma un po’ dove vi pare.

Se non hai abbastanza soldi affidati a qualcun altro

Sappiamo bene quanto la situazione economica di una qualsiasi band emergente sia generalmente caratterizzata da una carenza di fondi da investire per l’autopromozione. Fortunatamente nascono progetti che possono dare una mano senza far spendere una fortuna. Uno di questi è proprio Jmusic, la sezione Musica di jammway.it, che ha come obbiettivo la promozione di band o cantanti singoli più o meno famosi in Campania. La pagina JMusic pone al centro dell’attenzione gli artisti emergenti attraverso recensioni, interviste, monografie, eventi e news. Nella scheda dedicata alle band o agli artisti potrai inserire la tua storia, concerti, eventi, DEMO e molto altro ancora. Una vera opportunità per chi vuol far conoscere la propria musica. Per entrare nella rete JMusic compila il form.

Ricordate che potete utilizzare tutte le tecniche del mondo, ma poi una volta sul palco la gente scoprirà se siete bravi o meno…ed è questa la vera differenza.

 

About Stefania Lombardi

Si occuperà dell’organizzazione dei contenuti presenti sul sito, curandone l'ottimizzazione per i motori di ricerca. Inoltre il suo compito prevede la progettazione della veste grafica del portale. Stefania Lombardi è laureata in Turismo. Grazie a questo percorso ha acquisito buone conoscenze in materia di programmazione delle politiche per il turismo. Ha esperienza nell’ambito del Web Marketing e del Seo avendo lavorato presso un’agenzia on line di viaggi. Nutre un grande interesse per le tradizioni e feste popolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati