porto di piccole dimensioni nome alterato

0
1

a. C., abbiamo a Eretria, a Cenchree e altrove. Nel porto di Zea erano i νεώρια per le navi da guerra e la famosa σκενοϑήκη di Filone (v. arsenale). Se la zona da rilevare è attraversata da correnti tanto forti da non permettere di mantenere la sagola sufficientemente tesa, è meglio ricorrere all'incrocio di allineamenti disposti a terra ovvero procedere a individuare i punti da terra mediante due o tre stazioni di teodoliti. L'adattamento o l'ampliamento artificiale dei rifugi naturali venne dopo, con l'intensificarsi e con l'ampliarsi dei bisogni della navigazione, sia commerciale sia di guerra, con il crescere delle dimensioni delle navi, con il sorgere delle grandi città presso o sul mare, anche là dove la natura aveva apprestato minori comodi allo sviluppo di un porto: è allora che si costruiscono porti anche assai vasti, del tutto artificiali. 5). ● Il nucleo originario di Palermo sorse ... Comune della Liguria (238,8 km2 con 610.887 ab. Le prime si compendiano nell'esercizio della polizia portuale, la quale, oltre al fine della tutela dei beni demaniali, adempie a quello della disciplina dell'uso del porto nell'interesse della navigazione e della sicurezza delle persone e delle cose. Il promontorio, che difendeva la foce del fiume dalla parte di settentrione, era stato ampliato artificialmente, difeso alla punta da un solido rivestimento a grossi conci e guarnito in sommità, nel punto più stretto, da un muro, che doveva proteggere l'interno del bacino dalle mareggiate di tramontana: sul promontorio era stato alzato il faro. ), sui tronchi inferiori di corsi d'acqua naturali o artificiali (Viareggio, Fiumicino, Pescara, Senigallia, Ravenna, ecc.) La rientranza dei massi può essere variata, dalla base alla sommità, profilando la fronte posteriore del muro a riseghe, in modo da avvicinare, anche con questo tipo, la sezione trasversale dell'opera a quella del solido di uniforme resistenza. Per classificare i venti secondo la loro intensità si usano speciali scale che fanno corrispondere un determinato intervallo di velocità. Banchine con ormeggi circondavano all'intorno il bacino. d) Servizio doganale: cioè la vigilanza sulle merci per l'applicazione delle relative disposizioni doganali (v. dazio e dogana; esportazione e importazione; fisco). - Generalità. Come per questa, l'intensità del movimento aumenta con l'angolo d'incidenza dell'onda, ma aumenta altresì con l'inclinazione della fronte dell'ostacolo sull'orizzontale. Potenza normale di ogni noria o tubo aspiratore, 70 ÷ 100 tonn./ora; per lo scarico delle carni refrigerate, convogliatori a nastro, entro passerelle chiuse, e a catena a ganci, sospesa a monorotaia, con potenza di scarico da 250 a 500 quarti di bue per convogliatore e per ora. II, I, p. 594; III, II, p. 467) Ben di rado tutti i servizî precedentemente elencati rientrano sotto una sola amministrazione, né questa, per quanto i porti, assegnati di regola al demanio pubblico, costituiscano proprietà dello stato, deve di necessità rimanere in esso accentrata. I danni alle opere in corso non si possono evitare che limitando i lavori alla stagione propizia, e, sino ad un certo punto, anche mediante la giudiziosa scelta dei tipi costruttivi. Per i porti della Grecia: Georgiades, Les ports de la Grèce dans l'antiquité, 1907; per i porti dell'Italia: Monografia storica dei porti dell'antichità: I, nella Penisola italiana; II, nell'Italia insulare, Roma 1905-06. I porti di rifugio sono provvisti di qualche opera interna di approdo, nonché di adeguati mezzi per soccorsi e riparazioni di urgenza: inoltre, come le rade, richiedono la presenza di fondali non superiori a 25 o 30 m. e di un fondo buon tenitore sul quale le ancore possano far presa (argilla, sabbia marnosa, fango compatto). Generalmente però non è che da una porzione di questo settore che provengono i venti e i mari più forti; onde a tale porzione si dà il nome di settore di traversia principale, o di massima traversia, per distinguerlo dalla rimanente parte, che delimita la cosiddetta traversia secondaria. Infine, alla forza dei venti deve essere proporzionata la resistenza di alcune opere, come le torri per i fari, i ponti girevoli e anche alcuni arredamenti meccanici. e dominanti i mari da SSO. In generale, e sempre che si disponga di massi di sufficiente grossezza per il rivestimento della scarpata, conviene assegnare pendenze da 1/2,5 a 1/3 fuori d'acqua, da 1/1,5 a 1/2 entro acqua sino a profondità di 5 a 10 m., secondo la minore o maggiore violenza del mare, e a 45° al disotto. Gli elevatori a tazze sono più economici come spesa d'impianto e consumo di energia, ma esigono notevole e pesante lavoro di paleggiamento del grano nella stiva (non meno del 70 ÷ 80% del carico) per portarlo alla base della noria, sollevando molta polvere, mentre con gli elevatori pneumatici, il grano viene direttamente aspirato da ogni punto delle stive e, di più, aereato e liberato della polvere, né occorre, come nei primi, regolare la posizione dell'elevatore a misura che la nave si vuota. Sono, invece, ripartite fra lo stato e gli altri enti, secondo la competenza stabilita per le classi successive, le spese che per tali porti di prima categoria possono essere necessarie nell'interesse del commercio. di merci per ml. Le banchine erano pure comprese entro le mura, che infatti, dalla parte della città, si allontanavano maggiormente da esse per dar luogo a magazzini e ad altre costruzioni. Aumentano pure le spedizioni di carboni, altri minerali, legnami, cotoni, ecc. › Condizioni e termini di utilizzo › Cookie Policy › Responsabile procedimento pubblicazione › Dichiarazione di Accessibilità › AccessKey › FAQ › Feed RSS › Mappa; Come fare per › Servizi online Al tiraggio e stivaggio (in alcuni porti consentito ancora al personale di bordo) sono adibiti stivatori; al ricevimento delle merci sulle chiatte, alla manovra e all'ormeggio di esse e alla consegna delle merci, chiattaioli, barcacceri, barcaioli. Appunto per questa ragione i datori di lavoro hanno sempre seguito il sistema di arruolare alla giornata tutta la mano d'opera necessaria, o almeno la massima parte, licenziandola quando più non occorre. Cosicché nella lotta per il primato d'un porto decide in primo luogo "l'importanza mercantile della piazza, cioè la somma di capitale, di volontà energica e d'intelligenza economica che è in essa radunata". a) Muri eseguiti all'asciutto (figura 21). - Quando per la natura del fondo, le fondazioni debbano essere spinte sino a raggiungere il banco sodo, a profondità più o meno notevole, può tornare opportuno, per ragioni di economia, costruire il muro in forma discontinua, costituendolo di una serie di pile, fondate con l'uno o l'altro dei sistemi indicati, o anche erette su palificate, e impostando poi su esse archi e piattabande, a sostegno del piano di banchina (Amburgo, Bordeaux, Nantes). Spesso i venti dominanti sono anche i prevalenti; ma in qualche caso sono i venti di minor forza, che per la loro frequenza molto maggiore, risultano prevalenti. Del secondo secolo, o più probabilmente di età severiana, è il porto di Leptis Magna in Tripolitania. Altri porti che in età ellenistica ebbero notevoli ampliamenti o furono anche del tutto rifatti, ma di cui abbiamo meno copiose testimonianze letterarie e monumentali, sono quelli di Delo, di Efeso, di Mileto. 430, 690, 1967, 2113). 3. Specchio d’acqua, per lo più marina, adiacente alla costa, più o meno ampio e protetto, di norma attrezzato con impianti fissi e mobili (dighe, moli,... Organizzazione, traffico e regime giuridico. Il retroterra geografico non è destinato, almeno nelle linee generali, a mutare; quello economico "dipendendo da una serie di coefficienti più che variabili, segue fatalmente le loro vicende". Il porto è un’insenatura naturale o una costruzione dell’uomo, la cui funzione è quella di proteggere imbarcazioni di varia grandezza dalle correnti e dalle onde e di permettere un sicuro ancoraggio per lo sbarco di uomini e di mezzi. Le prime opere portuali di cui abbiamo testimonianza monumentale appartengono al periodo greco arcaico: la civiltà cretese-micenea, per quanto dimostri una completa padronanza del mare, non ci ha lasciato alcun ricordo, nemmeno attraverso l'epopea omerica, di costruzioni alzate ad ampliare o a rendere più sicuri gli ancoraggi naturali. Larghezza alquanto minore occorre generalmente per le calate adibite ai servizî postali, anche nel caso delle grandi stazioni marittime. In caso di sommersione nelle acque di un porto, di una nave o di altro galleggiante, il ricupero deve essere eseguito entro un termine assegnato dall'autorità marittima: trascorso inutilmente questo termine, la proprietà della nave passa allo stato, che provvede all'estrazione direttamente, salvo l'eventuale addebito all'antico proprietario delle spese eccedenti il valore degli oggetti ricuperati (cod. Le gru più diffusamente impiegate sono oggi, per le merci varie, quelle elettriche a corrente continua (400 ÷ 600 volt), che assicurano un consumo di energia sensibilmente proporzionale al carico da sollevare, e a sbraccio variabile (senza spostamento verticale del carico durante la variazione) che allarga la zona di calata servita dall'apparecchio e facilita la penetrazione del braccio fra le soprastrutture della nave, e quindi anche il simultaneo impiego di più gru attraverso un medesimo boccaporto. 22). La Port of London Authority, ad esempio, gestisce tutti i docks, ma non tutti i pontili del Tamigi; da essa non dipendono né polizia, né servizio sanitario, né segnalamenti marittimi. Con la giurisdizione e la polizia del porto è spesso connessa la cura della riscossione delle dogane (v. grecia: Storia economica e finanziaria). La stessa procedura deve essere osservata per le variazioni degli elenchi già approvati (art. Tali divergenze derivano logicamente dalla varietà delle circostanze e condizioni sulle quali è fondata la politica portuale di ogni stato, da tradizioni storiche e situazioni geografiche, e anche dai principî politici e sistemi amministrativi vigenti. Bibl. Generalmente, la migliore stagione per lavorare a mare è l'estate; ma molto spesso nei mesi estivi soffiano regolarmente durante parte del giorno dei venti locali detti d'imbatto, che interrompono il lavoro. I Romani, che nel periodo repubblicano si erano limitati a costruire il loro sbocco al mare alla foce del Tevere, subendo la ristrettezza dello spazio e gl'inconvenienti non lievi che ogni porto posto alla bocca di un fiume porta con sé, e che per il resto delle coste del Mediterraneo avevano usufruito dei porti che avevano avuto i popoli prima di loro, divengono, con l'impero, grandi costruttori di porti. Per la sua abbondanza sulla superficie terrestre e negli organismi viventi gli antichi ... Comune della Sicilia (158,9 km2 con 663.173 ab. Per profondità maggiori, raramente interessanti il campo delle costruzioni portuali, si adopera un filo d'acciaio avvolto su tamburo, che direttamente indica, in rapporto al numero di giri, la lunghezza filata. Nell'interno di questa zona, i prodotti possono essere manipolati o anche distrutti; il loro uso non è controllato dalla dogana sotto il punto di vista fiscale". Nel linguaggio corrente s’intende in genere l’acqua allo stato liquido. Pertanto occorre: 1. che la gettata offra all'infrastruttura una base sufficentemente stabile; 2. che la base dell'infrastruttura sia spinta a profondità sufficiente a impedire che le onde delle massime dimensioni prevedibili frangano innanzi ad essa, e a sottrarre il piede della muraglia ad ogni pericolo di scalzamento per effetto sia della risacca, dal lato esterno, sia delle lame d'acqua scavalcanti l'opera, dal lato interno. Con l'ordinamento predetto tutti i lavoratori portuali sono stati inquadrati, in ogni porto, in ruoli di permanenti e ruoli di avventizî. 159, e legge 24 giugno 1929, n. 1177). Tale distinzione qualitativa della mano d'opera non è soltanto dovuta alla necessità di una divisione di lavoro, ma dipende molto, anche, dalla specializzazione che ognuna delle predette operazioni può richiedere. IL PORTO art. Per le rimanenti merci (merci varie), le operazioni di sbarco s'iniziano a bordo, col tiraggio che comprende il trasporto dei colli dalle varie zone della stiva fino sotto il boccaporto; il loro sollevamento compiuto con i mezzi di bordo o di terra; la consegna della merce al ricevitore "sotto paranco" ossia al limite della coperta. harbour, haven). Altrove si ha menzione di λιμενάρχαι. I magistri o procuratores o dispensatores di determinati porti, che ci ricordano talvolta le iscrizioni provinciali, erano soprattutto addetti alla riscossione delle dogane (v. roma: Storia finanziaria). Secure your network today and into the future. 27). Se la zona da rilevare è al largo e molto lontana dalla riva, si adopera, per la determinazione dei punti, il circolo a riflessione; ma, nella generalità dei casi, il rilievo di dettaglio non occorre che in vicinanza della riva e delle opere, e si effettua allora sopra una rete più o meno fitta di punti, che s'individuano o mediante l'incrocio di allineamenti predisposti a terra, o, più comunemente, con semplici allineamenti, secondo i quali si distende in mare una cordicella, o sagola, divisa da fiocchi di cuoio, fettuccia o spago e da sugheri, che in pari tempo sono destinati a farla galleggiare. Lo sviluppo totale dei binarî nei porti con transito ferroviario elevato (Genova, Livorno, Civitavecchia, Ancona, Venezia, Trieste, ecc.) Per converso, si verificano notevoli inconvenienti; i consigli comunali non sono proclivi a "vedere grande"; essi sono talvolta eletti con programmi che non sempre tengono il giusto conto degli interessi del porto; gli organi municipali sono infine sotto l'influenza dei partiti. Il porto è in questo caso legato ai vantaggi della situazione geografica marittima e all'organizzazione del mercato locale. Tutto il porto militare con gli arsenali era circondato da mura che ne proibivano l'ingresso e la vista, anche a coloro che trafficavano nel porto mercantile antistante; ambedue i porti, a loro volta, erano dentro le mura della città. Situated halfway between The Hague and Amsterdam, it had a prosperous textile industry and the first Protestant university in The Netherlands. Funzioni industriali. Ad accrescere la tranquillità delle acque nel porto interno può talora giovare la costruzione di un pennello, radicato alla fronte interna del molo principale, di contro all'estremità del molo secondario, in modo da ridurre l'ampiezza dell'accesso a quel bacino, evitando però d'invadere il necessario canale di rotta. II, 1, p. 594) - La ricostruzione dei porti maritiimi italiani. I moli di Mitilene, nell'isola di Lesbo, che furono accuratamente studiati da R. Koldewey, presentano una particolarità degna di nota: a distanza di una quarantina di metri l'uno dall'altro, attraversano la muratura del molo dei piccoli canali larghi da m. 1.55 a m. 2 e profondi fino a due metri sotto il pelo dell'acqua: quale fosse con precisione il loro scopo non si sa: ma molto probabilmente essi servivano ad agevolare il riflusso delle acque del bacino, come più tardi i Romani fecero con i moli ad arcate. 0. I massi cellulari o ciclopici vanno sovrapposti con l'interposizione di adatta guarnizione (piombo, o semplice cavo di fibra vegetale usato) stesa presso il contorno esterno, al triplice scopo di assicurare il perfetto appoggio di un masso sull'altro, di rendere il giunto stagno, evitando così il dilavamento del calcestruzzo di riempimento dei pozzi, e di ridurre a un minimo l'azione delle sottopressioni idrostatiche ed idrodinamiche. Le normali operazioni richieste dal traffico si ripartiscono in due gruppi: il primo si riferisce a quelle eseguite a terra, l'altro alle operazioni effettuate a mare, sia sui galleggianti sia sulle navi. A questo effetto, sono da considerare come provincie e comuni che hanno interesse alla conservazione e al miglioramento dei porti, quelli che se ne servono per l'esportazione dei loro prodotti agricoli e industriali e la importazione delle derrate e di qualunque prodotto per uso dei rispettivi abitanti. Oggi se ne limita generalmente l'impiego al caso d'opere di media o modesta importanza in paraggi poco esposti e in limitati fondali, soprattutto in presenza di fondo cedevole e quando la località non offra inizialmente alcun ricovero per mezzi d'opera galleggianti, sempre che si possa disporre di abbondante materiale di natura appropriata, cioè di elevato peso specifico e adeguata grossezza, e resistente alle azioni atmosferiche e marine (rocce sedimentarie compatte; calcari e arenarie; rocce plutoniche in genere). 6). - Particolarmente adatte al caso d'opere esposte a moderate agitazioni, in piccole pro10ndità su fondo mobile, consistono in due o più file di pali, di legno o di cemento armato, disposti, nelle fronti, quasi a contatto, e collegati da filagne, traverse, controventi e tiranti, formanti una specie di gabbia, riempita poi di pietrame e coronata da una soprastruttura muraria. cellule cuboidali in degenerazione adiposa ricche di glicogeno, che circondano piccole cisti (1-3mm) contenenti un liquido chiaro ed ... invece costituita da un minor numero di cisti di dimensioni più grandi e, contrariamente alla variante microcistica, si rileva più ... alterato, spesso a causa della presenza di mutazioni attivanti della Analoga genesi può assumersi per quei getti interni che si determinano talora sui fianchi dei banchi sommersi, e la cui energia può giungere sino a travolgere e spezzare l'onda superficiale; 3. la risacca longitudinale, agente in direzione normale alla fronte dell'ostacolo e che, tendendo nel movimento diretto (dorso dell'onda) a repellere il liquido tutto in giro a ciascuna particella, e in quello inverso (cavo dell'onda) a richiamarlo tutt'intorno, si aggiunge, sia al flutto riflesso (limitatamente però, nel movimento diretto, agli estremi del tratto di fronte in cui il flutto stesso agisce), sia alla risacca trasversale. I massi, che misurano, in genere, da 10 a 15 m. di lunghezza, vengono formati sul posto stesso del loro affondamento, sopra un anello di base munito di tagliente, mediante la sovrapposizione di successivi anelli di calcestruzzo costruiti fuor di opera, e con la progressiva elevazione in luogo della muratura, sia di pietrame, sia di calcestruzzo. 0. Inoltre, richiedono amplissimi bacini completamente protetti dalle agitazioni del mare, nonché dalle offese nemiche, e allo scopo vengono quasi sempre situati al fondo di adatte rade. 3). varia da 8 a 10 volte lo sviluppo delle fronti d'approdo. des ant., ecc., s. v. Portus. Per quanto riguarda la configurazione del fondo, nelle grandi linee e per le zone più prossime alla costa, essa si trova già rappresentata dalle carte idrografiche, le quali, generalmente, dànno anche con le quote del fondo, l'indicazione della natura di quest'ultimo, facendo seguire alla quota l'iniziale del nome del materiale che lo costituisce (r = roccia, s = sabbia, f. = fango, a = alghe). Nei massi ciclopici (parte delle nuove difese a Genova, diga sulla bocca del porto di Napoli, nuovo molo foraneo di Bari - fig. Opere esterne o di difesa. - A seconda della precipua loro finalità nei riguardi della rispettiva utilizzazione, i porti assumono nomi diversi, e precisamente: Rada (o ancoraggio) si denomina uno spazio più o meno vasto di mare, atto a offrire un ricovero, dove le navi possano con ogni tempo gettare l'ancora e sostare in sicurezza, al riparo dei venti e delle agitazioni provenienti da determinate direzioni. Anche in Francia, fuorché nei porti autonomi di Le Havre, Bordeaux, Strasburgo, si ha un'organizzazione uniforme, nella quale non soltanto i lavori di ampliamento ma anche quelli di manutenzione delle opere e la gestione del complesso portuale sono nelle mani di organi pubblici, direttamente dipendenti dallo stato. 163 del codice per la marina mercantile, che dà all'autorità marittima l'incarico di regolare e vigilare l'imbarco, lo sbarco, il deposito delle merci, ha avuto più efficace sviluppo in base al r. decr. - Inteso, anziché a frangere, a riflettere semplicemente le onde, riducendo a un minimo la loro azione dinamica, e a ridurre insieme a un minimo il volume dell'opera, il tipo consiste in una specie di muraglia direttamente eretta sul fondo del mare, che deve essere assolutamente stabile, così sotto l'azione del peso come sotto quella della risacca. Attrezzature per l’immobilizzazione e la contenzione. Per i comuni e per le provincie, i contributi alle opere portuali rientrano fra le spese obbligatorie (articoli 8, 15, 19).

Raffaella Lebboroni Wikipedia, Film Netflix Dicembre 2020, Agnese Significato Biblico, Spine Acacia Velenose, Parole Francesi Con Aim, Vendita Piante Online Firenze, Cattivissimo Me 3 Doppiatori Italiani, L'acqua Migliore Per I Calcoli Renali,

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here