Radius: Off
Radius:
km Set radius for geolocation
Search

Museo Nazionale di Pietrarsa

Museo Nazionale di Pietrarsa

Il museo Nazionale di Pietrarsa è uno dei luoghi simboli della storia della Ferrovia dello Stato, un posto dove il visitatore vive un affascinante viaggio nel tempo tra locomotive e treni che hanno unito l’Italia dal 1839 ai nostri giorni.

Costituito da 7 padiglioni per un’estensione complessiva di circa 36.000 metri quadrati, di cui 14mila coperti, rappresenta uno dei più importanti centri di archeologia industriale del nostro paese, e ad oggi, è una delle attrazioni più belle che la Regione Campania può vantare, ed entra di diritto nel circuito dei principali Musei Ferroviari Europei.

La struttura, concepita da Ferdinando II di Borbone nel 1840, come si legge in un reperto storico, <<È volere di Sua maestà che lo stabilimento di Pietrarsa si occupi della costruzione delle locomotive, nonché delle riparazioni e dei bisogni per le locomotive stesse degli accessori dei carri e dei wagons che percorreranno la nuova strada ferrata Napoli-Capua», dando a Napoli, e all’Italia intera, un nuovo volto e un nuovo metodo di trasporto.

La ferrovia Napoli-Portici fu la prima linea ferroviaria costruita in territorio italiano, nel regno delle Due Sicilie; inaugurata il 3 ottobre 1839 era a doppio binario e aveva la lunghezza di 7,25 chilometri.

Come riportato dal sito delle Ferrovie dello Stato, il Museo, si articola in padiglioni e settori in cui è esposto materiale di assoluto valore, tra cui: la riproduzione fedele della Bayard, il treno inaugurale della prima tratta ferroviaria Napoli Portici del 1839; 25 locomotive a vapore; 6 locomotori elettrici; 12 rotabili tra automotrici elettriche/nafta (le cosiddette. littorine), diverse tipologie di carrozze (postale, detenuti, centoporte) tra cui la carrozza n° 10 dell’ex Treno Reale (oggi treno Presidenziale); 5 locomotori diesel; 25 modelli in scala di treni/carrozze/ plastici di stazioni ferroviarie; plastico “Brunetti” meglio noto come plastico del “Trecentotreni”; arredi sala d’attesa della Stazione ferroviaria di Roma Trastevere del 1905.

Oggi, oltre ad essere un Museo, è un luogo in cui gli eventi, sono all’ordine del giorno. Per restare sempre aggiornati, sugli eventi che si sviluppano durante il corso dell’anno visitate il Sito Ferrovie dello Stato.

Pietrarsa express

Il Museo osserva i seguenti orari :

Giovedì dalle 14:00 alle 20:00

Venerdì dalle 9:00 alle 16:30

ogni fine settimana dalle 9:00 alle 18:00

Da lunedì a mercoledì su prenotazione per grandi gruppi

La visita del sito museale può essere libera o guidata (a cura del personale del Museo che illustra percorsi e contenuti della collezione del Museo).

Visita libera: 5,00€ (intero) e di 3,50€ (ridotto per i ragazzi tra i 6 e i 18 anni non compiuti e per tutti gli over 65).

Visita guidata: 7,00€ (intero) e di 5,00€ (ridotto per i ragazzi tra i 6 e i 18 anni non compiuti e per tutti gli over 65).

L’ingresso è gratuito per minori sotto i 6 anni e per i visitatori diversamente abili ed il loro accompagnatore.

E’ possibile acquistare il biglietto di ingresso sia in biglietteria o sul sito. 

Per maggiori informazioni visita il sito del Museo di Pietarsa.

About Mariateresa Lombardi

Si occuperà degli aspetti gestionali dell’impresa e della progettazione dell'offerta turistica-culturale. Inoltre avrà cura della ricerca e gestione dei contatti con eventuali clienti coordinando le attività promozionali ed informative. Mariateresa Lombardi studentessa in Turismo , ha forte conoscenze del territorio e del sistema di comunicazione . Ama viaggiare e scoprire posti e tradizioni nuove .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati