Marina di Ascea: dai borghi ai fondali sabbiosi

0
9
Ascea
Ascea

Ascea è una delle località più visitate nel sud Italia, la pulizia delle spiagge e la qualità delle acque, hanno avuto anche quest’anno il riconoscimento Bandiera Blu della Fee. Situata nel cuore del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, Ascea sorge su una collina, a circa 235 m s.l.m., a ridosso di quell’incantevole tratto di costa che va tra Punta Licosa e il promontorio di Palinuro. Grazie alla sua posizione baricentrica, tra mare ed entroterra, consente di raggiungere in pochissimo tempo tutti i principali luoghi di interesse turistico, culturale e ambientale del Cilento. La sua frazione più popolosa,è Marina di Ascea, 2.400 abitanti circa, che rappresenta una delle più importanti località balneare del posto. Le altre frazioni asceote sono: Catona, Mandia e Terradura, che si trovano lungo la strada provinciale che da Ascea porta a Vallo della Lucania. All’interno del comune di Ascea, in prossimità della costa, si trova l’area archeologica Elea, denominata in epoca romana Velia, un’antica città della Magna Grecia, culla della filosofia greca. Dal 2003 il toponimo comunale è mutato in Ascea-Velia, tuttavia il nome non ha ancora avuto un riconoscimento ufficiale.

Cosa vedere e fare ad Ascea e nelle vicinanzeAscea: il mare cristallino
Dove dormire ad Ascea – Come arrivare ad Ascea 

mariina di ascea
Marina di Ascea. Foto di Andrea Brandi

Cosa vedere e fare ad Ascea e nelle vicinanze

torre velia
Torre Velia. Foto di Nazzareno Chiappini

Ascea è nota soprattutto per la presenza, all’interno del suo territorio comunale, delle rovine dell’antica città di Elea-Velia (Beniculturali.it) che arricchiscono un’offerta turistica votata soprattutto alla balneazione estiva. Si tratta del sito archeologico più vasto nel Meridione, circa 90 etteri su cui sono visibili resti di epoca greca, romana e medievale. Della città arcaica restano ancora molte strutture tra cui: l’Area Portuale, le Terme Ellenistiche e le Terme Adrianee, il Ginnasio, l’Agorà, il Quartiere Meridionale e il Quartiere Settentrionale, Porta Marina, e Porta Rosa, raro esempio di arco a tutto sesto di fattura greca. Dell’Acropoli, ai resti di edifici pubblici, civili e religiosi greco-romani, si affiancano quelli del borgo di Castellammare della Bruca costruito in epoca normanna, di cui oggi rimangono visibili le tracce del castello, la Torre Angioina, e due chiese: la Cappella Palatina e la seicentesca chiesa di Santa Maria di Porto Salvo, adibite ad antiquaria. Gli scavi, vicini alla ferrovia e non lontani da Ascea Marina, sono visitabili tutti i giorni. Ad Ascea (Elea Velia) , oltre al caratteristico centro storico di origine medievale,  vale la pena visitare il Palazzo Ricci, edificio del ‘700, con un suggestivo portale in pietra e ricco di fregi di gusto neoclassico e sale affrescate; la Chiesa di San Nicola; il Palazzo Alario che ospita il  Museo del Paradosso che raccoglie opere di artisti minorenni, che si ispirano al tema del paradosso; il Belvedere dello Sporgente, una terrazza sul mare da cui ammirare lo splendido panorama del golfo incorniciato da Punta Licosa e Capo Palinuro. Spostandosi verso l’entroterra,immerse tra uliveti e castagneti secolari,  si incontrano dei piccoli borghi medievali, che ancora mantengono intatti gli originari impianti fatti di piccole stradine e vicoli suggestivi:  Terradura (Chiesa di San Michele Arcangelo, Chiesa di Santa Sofia), Catona (Santuario della Madonna del Carmine) e Mandia. 

Ascea: il mare cristallino

spiaggia di ascea
Spiaggia di Ascea. Foto di Giusy Ferrigno

Con i suoi 6 km di costa, di cui in gran parte caratterizzata da sabbia fine, la spiaggia di Marina di Ascea costituisce la seconda spiaggia per lunghezza e superficie di tutto il Cilento. Il litorale culmina in una piccola insenatura delimitata dalla scogliera di Punta del Telegrafo, su cui svettano i resti della Torre del Telegrafo, detta anche Capo di Ascea. Superato il promontorio, la costa si fa rocciosa e fortemente frastagliata. Ed è in questo tratto che si aprono Baia d’Argento e Baia della Rondinella, due suggestivi anfratti raggiungibili solo via mare con piccoli gozzi. La località tutta è insignita oltre che dell’onorificenza della Bandiera Blu della FEE, anche da Tre Vele di Legambiente. Nonostante la spiaggia di Marina di Ascea, d’estate sia servita da svariati lidi e punti di ristoro, resta in gran parte libera e facilmente raggiungibile in automobile per tutta la sua estensione. Retrostante il lungo nastro sabbioso, formazioni dunali sulle quali, da luglio a settembre, fioriscono i sempre più rari gigli di mare (specie protetta da divieto di raccolta). Il mare cristallino dal fondale sabbioso che bagna la spiaggia di Ascea Marina richiama ormai da anni migliaia di turisti e bagnati, soprattutto nel mese di agosto che risulta perciò il periodo più caotico e affollato.

Dove dormire ad Ascea

marina di ascea
Marina di Ascea. Foto di Janieluk

Un soggiorno ad Ascea Marina è un’esperienza unica, grazie al mare cristallino, la natura che la circonda e le svariate attrattive culturali che il territorio offre. Numerose sono le strutture ricettive in grado di soddisfare le esigenze più disparate dei turisti. Il villaggio turistico più noto dove soggiornare è Le Palme (Booking), un complesso che sorge direttamente sul mare, a soli 800 metri dal centro della Marina, in un’atmosfera di assoluta tranquillità e con servizi a misura di ogni esigenza. Nell’entroterra, svariati agriturismi offrono uno spaccato di vita semplice e agreste a prezzi contenuti, senza però rinunciare a tutti i comfort ed i servizi offerti dagli alberghi. Come altri comuni cilentani (Camerota, Centola e Sapri), anche ad Ascea nel 2015 è stata introdotta una tassa di soggiorno per i turisti che alloggiano presso le strutture ricettive della zona, alberghiere ed extra alberghiere, quindi case e appartamenti per vacanze compresi. La tassa ammonta a € 0.75 al giorno a persona dal 1 giugno al 31 luglio e dal 1 settembre al 30 settembre mentre dal 1 al 31 agosto  l’imposta sarà di € 1,00 a persona.

Come arrivare ad Ascea

 

Ascea è facilmente raggiungibile. A Marina si trova lo scalo ferroviario di Ascea, importante e molto trafficato d’estate, sulla linea Roma-Napoli-Reggio Calabria.Il comune di Ascea si trova a 80km dall’ autostrada A3 Salerno – Reggio Calabria, usciti al casello di Battipaglia si prosegue per la variante SS. 18 fino all’uscita Vallo Scalo. Inoltre è raggiungibile anche mediante linee di autobus private sulla linea Palinuro – Valle della Lucania.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here