Radius: Off
Radius:
km Set radius for geolocation
Search

Linguine ai gamberoni ubriachi

Linguine ai gamberoni ubriachi

L’estate sta finendo ma noi non vogliamo lasciarla andare… Continuiamo con una nuova ricetta che ci lega al sapore del mare! Linguine con gamberoni ubriachi, un piatto semplice ma dal risultato veramente eccellente. La facilità di preparazione di questo magnifico piatto è inversamente proporzionale alla sua bontà, per la serie più facile è più buono è. Eccovi la ricetta di un piatto che sicuramente vi lascerà senza parole.

Gamberoni. Foto di Roberta Magnani

Ingredienti x due persone:

160gr di linguine, 250gr di gamberoni, mezzo scalogno, un mazzolino di prezzemolo, 20gr di olio d’oliva, mezzo peperoncino, 25gr di cognac, 25gr di vino bianco, sale q.b, pepe q.b, 15gr di pane grattugiato, olio extravergine di oliva

Procedimento:

1.Lavare e pulire i gamberoni con acqua salata

2.tritare lo scalogno e il prezzemolo

3.rosolare l’olio con il peperoncino e calare il composto di scalogno e prezzemolo

4.versare il cognac e far evaporare

5.unite i gamberoni e lasciateli cuocere, sfumando con il vino bianco per circa sette minuti

6.aggiustateli di sale e pepe

7. nel frattempo preparate l’acqua per la cottura della pasta e salatela,quando arriva ad ebollizione calare le linguine, seguire la cottura indicata sullo scatolo

8.scolate le linguine conservando un pò di acqua di cottura e unite le linguine al composto ottenuto con i gamberi, e saltare il tutto, se è necessario aggiungere un pò di acqua di cottura

9.aggiungere il pane grattugiato e un filo di olio d’oliva

servire caldo

Buon appetito

About Mariateresa Lombardi

Si occuperà degli aspetti gestionali dell’impresa e della progettazione dell'offerta turistica-culturale. Inoltre avrà cura della ricerca e gestione dei contatti con eventuali clienti coordinando le attività promozionali ed informative. Mariateresa Lombardi studentessa in Turismo , ha forte conoscenze del territorio e del sistema di comunicazione . Ama viaggiare e scoprire posti e tradizioni nuove .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati

{wpFooter} {!$options->theme->footer->customJsCode}