Radius: Off
Radius:
km Set radius for geolocation
Search

L’amica Geniale: alcune curiosità

L’amica Geniale: alcune curiosità

Ieri, 27 novembre 2018, dopo molto rumor, è andata in onda su Rai1 la prima delle quattro puntate dell’ “Amica Geniale” la serie Tv,  che con uno share quasi al 30% fa davvero il botto.

Si è sempre detto che la trasposizione dell’arte è sempre complicata, soprattutto se di mezzo c’e la letteratura e il cinema.
Alcuni ci sono ben risusciti altri no. Non temete che in questa recensione/critica possiamo solo parlare bene dell’adattamento del romanzo di Elena Ferrante alla serie trasmessa in onda, non solo in Italia, di Saverio Costanzo.

Adesso però, andiamo a scoprire i segreti di questa affascinante opera d’arte tramutata in SerieTv.
Per noi della Campania è vero ha un sapore diverso, ambientata a Napoli,  ci ritroviamo, forse non per tutti, in quel che significa essere bambini. Il racconto, per quanto ci riguarda è improntato soprattutto sull’emancipazione femminile e su come essere “all’altezza” del maschio dominante.

La serie tv è gioia per gli occhi e per le orecchie, fotografia fantastica, colori altrettanto. La cosa principale dove tutti si sono emozionati, è l’amicizia tra le due “criature, protagoniste. Lenù e Lila” che con i loro dialoghi, sopratutto in napoletano, hanno conquistato il cuore dei tanti telespettatori incollati alla tv.

L'Amica Geniale

L’Amica Geniale

Una Napoli afflitta dal dopoguerra, dove il ricco e la malavita ne fanno da padrone. Ma questo è solo il contorno, la bellezza del libro/serietv sta proprio nella forza delle protagoniste un odi et amo. Un’ amicizia che può durare per sempre ma è quella che ti distrugge per le scelte che si fanno insieme, “ti butti tu mi butto io” ma,  un po’ di critica ci deve essere. Il libro è più intimo, ti entra dentro come se quelle bambine fossimo noi. Ma si sa, sempre ardua la scelta di fare un Film/serietv dove il libro è già un capolavoro.

Adesso non ci resta che guardare e innamorarci. Perché il cinema oltre che finzione è amore, è sentimento, è sentirsi impersonati in quello che si guarda, è viaggiare stando in poltrona. Il cinema è amore.

Ecco alcune curiosità sul cast, sul regista, sulla scrittrice e sui luoghi:

Il prodotto televisivo è stato girato tra Napoli e Caserta e per ricostruire il periodo del dopoguerra è stato utilizzato un intero rione.

La dodicenne Ludovica Nasti, Lila da bambina (è stata definita la nuova Sofia Loren), ha un passato molto difficile alle spalle, ha infatti, sofferto per 5 anni di leucemia.

Il regista de L’amica geniale è Saverio Costanzo, figlio di Maurizio Costanzo.Il regista, è stato quasi “obbligato” a girare la SerieTv in quanto la scrittrice Elena Ferrante, ha espressamente fatto richiesta dell’uomo per girare il film infatti , “O tu o niente, mi ha detto”, ha ammesso il cineasta a Tv Sorrisi e Canzoni.

Elena Ferrante con “L’Amica Geniale” ha conquistato ben dieci milioni di lettori nel mondo.Ma non è mai apparsa in pubblico, infatti, nessuno sa veramente chi si nasconde dietro lo pseudonimo di “Elena Ferrante”.

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri 664 iscritti

About Mariateresa Lombardi

Si occuperà degli aspetti gestionali dell’impresa e della progettazione dell'offerta turistica-culturale. Inoltre avrà cura della ricerca e gestione dei contatti con eventuali clienti coordinando le attività promozionali ed informative. Mariateresa Lombardi studentessa in Turismo , ha forte conoscenze del territorio e del sistema di comunicazione . Ama viaggiare e scoprire posti e tradizioni nuove .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati