La Grotta della Droganara: tra storia e mito

0
74
Grotta della Droganara
Grotta della Droganara

Una perla dell’archietettura romana, che si trova a Bacoli, è la Grotta della Droganara, una grande cisterna per la raccolta dell’acqua sorgiva,completamente scavata nel tufo, dove venne ucciso l’Imperatore Tiberio.

La Grotta, è divisa in 5 navate da dodici pilastri che ne sostengono la volte a botte, all’interno si aprano tre lucernari dotati di scale che conducono al di sopra della cisterna. Dopo alcuni studi effettuati nella zona, sono stati scoperti i resti di un Ninfeo,  un edificio sacro dedicato ad una ninfa, in genere posto presso una fontana o una sorgente d’acqua.

Questa struttura si pensa fosse utilizzata ad uso privato vista la vicinanza con la Villa di Lucullo, e questa tesi è avvalorata anche dalla vicinanza con la Piscina Mirabilis,  in grado di canalizzare l’acqua del Serino per distribuirla alla flotta e alla colonia marittima e dunque già sufficiente a soddisfare il fabbisogno dei marinai.

Grotta della Droganara
Grotta della Droganara

Grazie a scavi recenti è stata messa in luce una vasca, rivestita di cocciopesto idraulico, accessibile tramite gradini e caratterizzata da un piano inclinato verso un’apertura comunicante con una sottostante cisterna.

La grotta deve il suo nome al termine Tracon, roccioso, ma in passato era conosciuta come Bagno di Finocchio, visto le abbondanti coltivazioni di quest’ortaggio nella zona. Successivamente è stata utilizzata come luogo di sepoltura.

Informazioni utili 

Grotta della Dragonara si trova in Via Dragonara, Bacoli (Na)

E’ visitabile solo su prenotazione. Telefono 081.5235593 / 081.5233797

L’ingresso è gratuito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here