Radius: Off
Radius:
km Set radius for geolocation
Search
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Luca Barbarossa in concerto al Teatro Cilea di Napoli, il 13 ottobre dalle ore 21.00. Luca Barbarossa (Roma, 15 aprile 1961) è un cantautore e conduttore radiofonico italiano.

Luca Barbarossa

Luca Barbarossa

“Gli esordi sono stati quelli del musicista di strada a metà degli anni Settanta, ma già la vittoria al Festival delle Voci Nuove di Castrocaro nel 1980 ha portato Luca Barbarossa a partecipare al Festival di Sanremo 1981 con Roma Spogliata lasciando un segno nella storia del festival e inaugurando un nuovo percorso di vita.
Gli anni Ottanta e Novanta saranno segnati per lui da un grande successo popolare, grazie anche a canzoni come Roma Spogliata, Via Margutta, L’amore rubato e Portami a ballare. Luca ha già tantissimi estimatori, non soltanto tra il pubblico, ma anche tra gli addetti ai lavori: nel 1988, sul palco dell’Ariston, quando con L’amore rubato viene proclamato terzo classificato, gli viene consegnato un telegramma di Franca Rame e Dario Fo che lo ringraziamo per avere portato un tema così delicato (la violenza contro una donna) davanti a un pubblico così vasto. Ma anche la partecipazione di quattro anni più tardi al festival con Portami a ballare – una lettera scritta alla madre – nasce dalle esortazioni di due grandi amici: Lucio Dalla e Gianni Morandi (in quegli anni Luca viveva a Bologna).
Quello che lo lega agli altri artisti è un rapporto molto stretto, da cui sono nate collaborazioni importanti: ha scritto pezzi per Luciano Pavarotti (Il canto, singolo estratto dall’unico album di inediti pubblicato dal Maestro), per Fiorella Mannoia (Luce), Gianni Morandi e Paola Turci. Da una serie di improvvisazioni con Neri Marcorè è nato Attenti a quei due, uno spettacolo teatrale che mette insieme comicità, satira e musica dal vivo e che è stato in tour in giro per l’Italia per ben tre anni (dal 2008 al 2010).
Luca ha sempre avuto un approccio molto personale alla popolarità, ha percorso una strada sempre e comunque autonoma: ha partecipato ben nove volte al Festival di Sanremo, ma lì ha portato – tra le altre – una canzone sulla violenza sessuale (L’amore rubato), ritratti poco folcloristici della sua Roma (Roma puttana, diventata poi Roma spogliata, via Margutta) e la storia di una prostituta nomade (Fortuna); già nel 1999 ha lasciato le major per fondare una sua etichetta – la Margutta ’86 – e autoprodursi.
Ogni volta che impugna un microfono, Luca Barbarossa porta con sé un intero mondo: le doti di intrattenitore ironico, empatico e attento sono il cardine intorno a cui ha costruito tante conduzioni (i concertoni del Primo Maggio a Taranto e Roma e Il mondo a 45 giri su RAI3, ad es.), prima tra tutte Radio2 Social Club, un programma in onda dal 2010 sull’emittente Rai del quale egli è conduttore e coautore e nel quale – accompagnato dal vivo dalla fida Social Band – duetta con gli ospiti in studio. Di quel suo mondo fa parte anche l’impegno con Libera, per la quale ha pubblicato nel 2015 Radio DUEts Musica Libera: quindici duetti cantati in radio a Radio2 Social Club con artisti e amici straordinari quali Francesco De Gregori, Edoardo Bennato, Giuliano Sangiorgi, Franco Califano, Fiorella Mannoia, Lucio Dalla, Alex Britti e Alessandro Mannarino, Malika Ayane, Gianni Morandi, Fabrizio Bosso, Mario Biondi, Chiara Civello, Luca Carboni, Ron e Simone Cristicchi. Ma anche gli interventi a favore di Emergency, Operation Smile e la direzione artistica di “Amatrice nel cuore”, concerto-evento tra le montagne della Sabina. Come ancora l’impegno e la passione profusi nella sua partecipazione alla Nazionale Cantanti, di cui fa parte già dal 1985.
Un mondo particolare è quello ritratto nel suo più recente progetto musicale, Roma è de tutti, un lavoro artigianale, in romano, nella lingua che si parla e si ascolta per le strade della Capitale, una parlata e un orizzonte sociale e umano che ritraggono una città che è soprattutto uno stato d’animo. Con Passame er sale Luca ha portato a Sanremo la parlata romana, per la prima volta nelle 68 edizioni del Festival. Questi racconti di vita quotidiana – ironici, drammatici, sentimentali – nel disco sono narrati insieme ad artisti ospiti (Fiorella Mannoia in duetto nella track list e Alessandro Mannarino in duetto in Madur – morte accidentale di un romano). Quelle storie, grazie a un fortunato tour teatrale, sono arrivate tra la gente, lungo tutta la penisola, e sono diventate un piccolo patrimonio di ognuno, cantate da tutti in giro per lo stivale.” – Fonte Pagina Facebook

Biglietti disponibili su http://bit.ly/Romaèdetutti_Napoli

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri 236 iscritti

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Potrebbe interessarti