Radius: Off
Radius:
km Set radius for geolocation
Search

Un percorso suggestivo, tra boschi, cascate e sorgenti ed una vegetazione lussureggiante. E’ un’ampia valle racchiusa fra i comuni di Scala, Amalfi ed Agerola dove scorre impetuoso il fiume Canneto, che riceve forza da alcuni torrenti, prima di incunearsi nella valle delle Ferriere o dei Mulini, un vero e proprio pezzo di archeologia industriale, per la presenza dei Mulini, antichi manufatti utilizzati prima per la produzione di pasta, poi come cartiere.

Passeggiare in un bosco di felci, ascoltando il rumore dell’acqua che scorre dai ruscelli mentre tutt’ intorno fiorisce una vegetazione particolare, introvabile nel resto d’Europa, ma che in questo angolo di mondo sopravvive grazie a una fortunata condizione climatica e alla ricchezza di acque.

Questo e molto altro vi aspetta domenica 8 dicembre  con la visita guidata “La Foresta incantata: La Valle delle Ferriere”, organizzata da Trentaremi. 

Siamo alle spalle di Amalfi, nella Valle dei Mulini o delle Ferriere, così chiamata perché lungo il percorso si scorgono ancora i resti delle antiche ferriere medievali e dei mulini che servivano per produrre la carta di Amalfi. La valle è attraversata in tutta la sua estensione dal fiume Canneto, che in alcuni punti mostra tutta la sua bellezza esibendosi in un gioco di cascate. La Valle delle Ferriere, che ricopre una superficie di 455 ettari, è una Riserva Naturale Statale dal 1972 ed è inserita tra le 41 riserve biogenetiche censite dal Consiglio d’Europa. 

Si tratta di un percorso circolare di media difficoltà per l’alternarsi di salite e discese, adatto a chi ha già esperienza di camminate. Il tempo di percorrenza è di cinque ore circa.
Il tour è organizzato e condotto da una guida AIGAE

La foresta incantata

La foresta incantata

 

INDICAZIONI

– Lunghezza: 6 km circa
– Dislivello: 500 m in discesa e 250 m in salita
– Difficoltà: E (escursionistico, solo per persone allenate a camminare). Il percorso presenta diversi gradini in discesa e una scalinata di montagna e roccia in salita per l’accesso alla riserva
– Durata: 5 ore circa
– A Minuta non c’è difficoltà di parcheggio ma bisogna pagare il ticket (2€ la prima ora, 3 euro dalla seconda euro. La sosta per la durata del trekking costa circa 16 euro. Le macchinette accettano solo soldi spiccioli)
– Minuta è raggiungibile attraverso il Valico di Chiunzi oppure percorrendo la Costiera amalfitana e seguendo le indicazioni per Scala
– Il percorso dura circa cinque ore e ha una difficoltà media legata alla presenza di salite, discese e un po’ di scale di montagna
– Si tratta di un percorso con ampie zone di ombra e cascate
– Indossate abiti sportivi e utilizzate scarpe da ginnastica con fondo in gomma scolpito o scarpe da trekking
– Indossate un cappellino e munitevi di protezione solare
– Non portate borse o buste, solo uno zaino con colazione a sacco (due panini e due litri d’acqua)
– Adatta ai bambini dai 10 anni in poi solo se abituati a camminare
– Non è possibile portare gli amici a quattro zampe
– Sono presenti punti di ristoro all’inizio e alla fine del sentiero
– Il sentiero inizia a Minuta e finisce ad Amalfi. Per ritornare a Minuta si può prendere un autobus oppure un taxi dal centro di Amalfi

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

DOVE: Minuta, frazione di Scala, proprio al cartello con la scritta <<Minuta>>
QUANDO: domenica 8 dicembre, ore 9.30
INFO: hikecampania@gmail.com

Potrebbe interessarti

{wpFooter} {!$options->theme->footer->customJsCode}