Radius: Off
Radius:
km Set radius for geolocation
Search

Tre giorni pieni di eventi, tra concerti, feste e sagre, saranno quelli che animeranno il week end dal 24 al 26 Maggio in Campania. In questo mese, infatti, non mancheranno le occasioni per viaggiare, tra le bellezze naturali, e soprattutto il buon cibo che è sempre un ottimo motivo per trascorrere un fine settimana fuori casa.

Ecco tutti gli eventi nel prossimo week end in Campania

Le vie del Gusto: sagra della Maracucciata

Le vie del Gusto: sagra della Maracucciata

– Maggio dei Monumenti

– International Tatto – Mostra D’Oltremare (24 – 26 maggio)

– Pietrarsa Express (Fino al 1 dicembre)

– Caravaggio in mostra – Museo di Capodimonte (12 aprile – 14 luglio)

-La magia delle Lucciole alle Cantine dell’Averno (17- 24 – 30 – 31 maggio -7 giugno)

– La favola delle Sirene: tour per bambini a Castel dell’Ovo (26 maggio)

– La Grotta di Seiano e il Parco Archeologico del Pausilypon (26 maggio)

 Piedigrotta: dalla chiesa di Santa Maria al Parco vergiliano (25 maggio)

– O’Munaciello del Museo del Sottosuolo di Napoli (24 febbraio – 30 giugno)

 Le vie del Gusto: sagra della Maracucciata (24 – 25 maggio)

Visita al Buio alle Grotte di Castelcivita (15 marzo – 31 maggio)

– Mercatino in piazza a Telese Terme (ogni quarta domenica del mese)

– Mercatino di San Lorenzello ( ogni seconda e quarta domenica del mese)

Idee gita fuori porta

Un’ idea che non tramonta mai è quella di trascorrere una piacevole giornata o perchè no anche un bel weekend in uno dei borghi della nostra regione. Oggi vi presentiamo un elenco dei borghi più belli della Campania che siamo sicuri non vi deluderanno:

Castelli medievali, fortezze e incredibili balconi sul mare. Piccoli angoli di paradiso che rendono la nostra Campania ancor più bella e ricca. Sono i Borghi più belli in Campania che hanno ricevuto il riconoscimento di “Borghi più belli in Italia”. Questi gioielli in Campania sono 11. Di seguito un fantastico itinerario tra questi luoghi ricchi di storia, di tradizioni, e tanti spunti culturali.

1. Albori (Salerno)

Borgo più bello d'Italia: Albori

Albori, Salerno

Casette colorate si vedono già da lontano e contraddistinguono questo grazioso borgo in provincia di Salerno, in una frazione di Vietri sul Mare. Protetto dal Monte Falerzio, è situato a 264 metri d’altezza ed è affacciato sul mare della costiera amalfitana, con le sue caratteristiche casette colorate che si  inerpicano tra strette viuzze e vicoletti.  Al centro di un intrico di vicoli potete visitare la chiesa parrocchiale di Santa Margherita di Antiochia in cui sono conservati affreschi di scuola napoletana.

In questo borgo da assaggiate sono le penne “alla cuppitiello”, con salsa di verdure di stagione oltre alle pietanze a base di pesce insaporite da succo di limone amalfitano.

2. Atrani (Salerno)

Atrani. Uno dei borghi più belli in Campania sulla Costiera

Atrani. Foto da Flickr

Ancora in provincia di Salerno c’è un altro bordo più bello della Campania: Atrani. Una splendida cittadina che conserva la struttura medievale originaria. Il suo centro è formato da suggestivi vicoletti, archi, cortili, piazzette e le caratteristiche “scalinatelle”. Visto da lontano sembra un presepe a picco sul mare. Oltre ad essere una dei borghi più belli d’Italia, Atrani ha anche un altro primato, quello di essere il più piccolo comune d’Italia per superficie. Ha una piccola spiaggia raccolta e protetta da cui, la sera, partono le lampare per la pesca.

Da mangiare assolutamente è o’ sarchiapone, un piatto tipico a base di zucca verde.

3. Castellabate (Salerno)

Castellabate borgo più bello d'Italia

Castellabate. Foto da Flickr

Prendete un ricamo di viottoli tortuosi e stendetelo su un promontorio di roccia accarezzato da una brezza salata; incastonatelo sulla riva del mare e spargete sulle colline circostanti manciate di ulivi e macchia mediterranea. Questa è Castellabate. Il comune in provincia di Salerno non solo fa parte dei “borghi più belli d’Italia”, ma ha anche conquistato il titolo di patrimonio mondiale dell’UNESCO. Castellabate si trova nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, formato da stradine, vicoletti, archi, brevi gradinate, palazzi e case intercomunicanti che si rincorrono tra mare e collina. Da ammirare è il castello, posto in cima ad una salita. Dalla fortezza si raggiunge in breve la Basilica di Santa Maria de Giulia e la Villa Principe di Belmonte e Villa Matarazzo. Da non perdere la costruzione ad archi nel porticciolo di Santa Maria, chiamato “Porto delle gatte”.

4. Conca dei Marini (Salerno)

Conca dei Marini sulla Costiera Amalfitana

Conca dei Marini. Foto da Wikipedia

Uno dei luoghi più incantevoli d’Italia si trova proprio qui. Stiamo parlando della Grotta di Smeraldo, situato proprio nel borgo più bello della Campania. Conca dei Marini è il paese delle scalinatelle. Durante la visita al borgo si può iniziare dalla Passeggiata di S. Antonio, tra le più piacevoli della costiera. Ancora c’è il sentiero detto “sotto i pali”. Da vedere durante la visita a Conca dei Marini è la chiesa di S. Antonio, che è il Duomo di Conca, la chiesa di S. Michele e una bianca, piccola edicola sacra posta ai margini di una lunga roccia chiamata la tavola, da cui osservare impressionanti precipizi e burroni che si perdono nell’ombra di una gola selvaggia e profonda, quella di Furore.

5.Borgo di Summonte

Borgo di Summonte

Borgo di Summonte

Summonte è compreso nella lista dei Borghi più belli d’Italia, questo di sicuro non stupisce per la bellezza del posto. Il borgo è caratterizzato da un suggestivo centro storico, circondata dal verde del Paternio. Le stradine del paese conducono fino alla pizza principale, dove atende i visitatori il famoso albero di tiglio, che con i suoi 240 anni, i 34 metri di altezza è stato inserito dal Corpo forestale dello Stato tra gli “alberi monumento d’Italia”.

6.Roscigno Vecchia

Roscigno vecchia

Roscigno vecchia

Il paese si divide in due parti: Roscigno Vecchia e Roscigno Nuova. Oggi, vi vogliamo parlare di Roscigno Vecchia, un piccolo borgo fantasma, completamente disabitato a causa delle continue frane. Nel Borgo di Roscigno, oggi vive solamente un uomo, Giuseppe Spagnuolo, il cui intendo è salvaguardare il paese, e che racconta ai turisti che vi approdano, la sua storia, un luogo dove tutto sembra rimasto immobile.

7.Una giornata allo Zoo

Zoo di Napoli. tutte le info

Zoo di Napoli

In passato criticato per lo stato di abbandono e addirittura chiuso. Lo zoo di Napoli sembra aver trovato una via d’uscita risorgendo a nuova vita e diventando un luogo dove passare delle giornate piacevoli a contatto con la natura per tutta la famiglia. Il fenicottero rosa, la gru, l’elefante, i cuccioli di canguro, il leone, gli orsi polari, 21 ettari per ridare forma allo zoo come un moderno Bioparco. Finalmente i bambini di tutte le età possono  tornare ad ammirare gli animali in città, senza nessuna gabbia e spazi angusti. Ma non solo lo zoo è diventato anche digitale, infatti, scaricando l’App ufficiale, è possibile giocare ed imparare e condividere l’esperienza con i propri amici sui Social Network.

Address

Our Address:

-

Telephone:

-

Email:

-

Web:

-

Potrebbe interessarti