ogni persona è un silenzio significato

0
1

Il silenzio prolungato del paziente rappresenta invece una resistenza al procedere della psicoanalisi. Alla persona possono essere venuti in mente pensieri imbarazzanti che non vuol riferire ed allora nella seduta si presenta un silenzio. Borgna E. (2009), Le emozioni ferite. Solo se ad esse ci accostiamo con parole che nascono dal cuore e dal silenzio, dalla passione della speranza e dalla immedesimazione, dalla pazienza e dalla tolleranza, allora possiamo essere d’aiuto”. C’è il bisogno di distrarsi con qualcosa per non sentire “il rumore” dei propri pensieri, di quei pensieri non ancora pensati che il soggetto vuole assolutamente evitare di incontrare. Vi saluto e vi dono un’altra splendida, banale, notizia.. siamo vivi! La paziente non riuscì a venire in seduta, produsse un silenzio totale di seduta, era troppo delusa e arrabbiata con me per venire e parlarmene. Elbert Hubbard Chiedimi perchè amo camminare per boschi e sentieri. Il silenzio serve per ascoltare davvero le parole, le proprie e quelle dell’altro, serve per sottrarle alla mortificazione della chiacchiera che spesse volte totalizza la persona. Tutto ciò che ci pervade e ci circonda. Nell’arte figurativa il silenzio prevale, essa è esclusa dalla parola e dal suono. ( Chiudi sessione /  Modifica ), Mandami una notifica per nuovi articoli via e-mail. E così fu. 33) Si dice che ogni persona è un'isola, e non è vero, ogni persona è un silenzio, questo sì, un silenzio, ciascuna con il proprio silenzio, ciascuna con il silenzio che è. José Saramago; 34) Chi non comprende il tuo silenzio probabilmente non capirà nemmeno le tue parole. In Momigliano N.- Robutti A. Vallino Macciò (1992) riporta, a questo proposito, un caso in cui una paziente selezionava quello che le veniva in mente, al punto che certe volte non aveva più niente da dire. Il fatto di non parlare, di ignorarsi reciprocamente, di isolarsi, non indica “non comunicazione”. Un silenzio prolungato si può presentare come reazione ad una interpretazione: può indicare la correttezza o l’erroneità dell’intervento. Ma scoprire la parola con la P maiuscola è possibile solo attraverso il suo contrario, il silenzio. Nella poesia la punteggiatura porta il silenzio tra le parole, nella musica il simbolo della pausa segnala l’importanza del silenzio per la melodia musicale. Quando c'è silenzio, non si sente niente. Era sempre lui ma era diverso, improvvisamente casa sua diventò il posto da cui venivo, anche se spesso gli dicevo «devo andare», «devo tornare a casa», «devo laurearmi», «non posso restare». Considera che cosa ha scatenato il trattamento del silenzio. 6) Non ogni distanza è assenza, non tutto il silenzio oblio - Mario Sarmiento. Io – essendo una straniera – mi sento sola, non rispettata, spesso colpevole e … Non riuscivo ad esprimere lo sgomento, la preoccupazione e la voglia di cambiare qualcosa. La «roccia» dell’inclusione Roma: Edizioni Borla. ( Chiudi sessione /  Il silenzio è calma, tranquillità, è assenza di suono. Capita spesso che il silenzio dello psicoanalista anche se finalizzato a dare spazio all’altro, possa essere sentito dall’analizzando in modo angoscioso. Quando l’accompagnai alla porta di ingresso dello studio, la vidi in viso amimica, raggelata, rigida nel darmi la mano. Quando c'è silenzio, non si sente niente. Pulsione di morte e solitudine in Nymphomaniac di Lars von Trier (2013). Io continuavo a rimanere prevalentemente in silenzio e dopo un po’osservavo che questa esperienza emotiva decantava e nelle sedute successive tornava ad esserci un ripristino del clima emotivo caratterizzato da emozioni più stemperate, pacate. Significato di Empatia. Milano: Raffaello Cortina. Ero piuttosto brava ma le interrogazioni non le potevo fare oralmente perché non riuscivo a parlare, mi bloccavo e non riuscivo a dire più nulla….questa limitazione l’ho avuta per tutto il ciclo scolastico…allora con le varie insegnanti trovammo come accorgimento quello di fare le interrogazioni per iscritto. Signora, io cerco un po' di luce, un po' di tiepida serenità, e invece non trovo che buio e freddo, e non posso ravvisare nel buio il volto di mio figlio, e sui laghi e sulle spiagge tutto è spento e abbandonato, tutto è silenzio, e io rinavigo verso il recinto e torno al mio pagliericcio portando il … Il dialogo analitico è però un dialogo particolare in cui c’è asimmetria, per cui in linea di massima è l’analizzando a dover parlare, l’analista per lo più ascolta. La tecnica ha basi scientifiche molto solide e attinge a teorie di psicologia sociale e psicologia delle relazioni affettive. L’analisi procede tuttora, anche se con le naturali difficoltà che si incontrano in un percorso analitico, senza il condizionamento di quel fantasma del passato. Mi viene a questo punto in mente, nell’idea di stabilire un raccordo integrativo tra lo psichico ed il fisico, Freud che nel descrivere la pulsione di distruzione così si esprime: “questa pulsione rimane muta finchè agisce all’interno come pulsione di morte; noi l’avvertiamo soltanto quando si volge all’esterno come pulsione distruttiva” (Freud, 1938, p.577). Il silenzio, inoltre, può assumere anche un aspetto più tragico; è di uso comune, infatti, la similitudine tra il silenzio e la morte. Posso affermare che l’esperienza fatta dalla paziente in analisi, le permise di acquisire una migliore conoscenza di se stessa e questo si tradusse in un legame nella sua mente. Modifica ), Stai commentando usando il tuo account Twitter. Il silenzio “dentro e fuori” Come hai avuto modo di sentire il silenzio di cui parliamo oggi non è solo quello “vocale” ma è anche un silenzio interiore, questione che abbiamo già trattato parlando del bellissimo Thích Nhất Hạnh. Alcuni pazienti richiedono che l’analista abbia con loro un approccio molto delicato e che sia genuinamente interessato a comprendere e risolvere il conflitto relazionale che il silenzio esprime, se ciò avviene il paziente si sblocca, consentendo all’analisi di riprendere il percorso. Il silenzio in questo caso è considerato come qualcosa di crudele e violento, che nasconde solo ed esclusivamente il dolore e la drammaticità della situazione. Corrado Augias *** Una terapia psicoanalitica ha come obiettivo che il paziente acceda gradualmente a se stesso attraverso un lavoro che viene svolto insieme al suo analista. In ogni analisi e riflessione criminologica è importante distinguere la responsabilità dalla colpa. Nel dialogo tradizionale la parola è considerata l’elemento più significativo, il silenzio svolge il ruolo secondario di pausa, di attesa prima di poter dire qualcosa. Stare in seduta in modo silenzioso, che non significa muto, dopo numerose settimane l’inizio dell’analisi attivava nella paziente una esperienza emotiva inquietante, perturbante, la rimetteva a contatto con i suoi propri silenzi avvenuti in presenza dell’altro nel corso della sua storia personale. ( Chiudi sessione /  Quando una persona parla troppo, dà segno d’irrequietezza; più parole sono usate per esprimere un’idea, meno forza esse hanno. Messaggio pubblicitario L’empatia è la capacità di “mettersi nei panni dell’altro” percependo, in questo modo, emozioni e pensieri. La persona non ne percepiva affatto l’esistenza. Possiamo sintetizzare in un enunciato preciso questo punto e cioè: vivere l’esperienza + conoscere l’esperienza = crea legami nella propria mente. Questo è il motivo per cui è sempre necessario esaminare con attenzione tutti gli altri aspetti del sogno. Un silenzio prolungato si può presentare come reazione ad una interpretazione: può indicare la correttezza o l’erroneità dell’intervento. ( Chiudi sessione /  Modifica ), Stai commentando usando il tuo account Google. Io cercai di esplorare dentro di me ed ascoltare le emozioni che attivava quel tipo di silenzio ed approdai alla conclusione che quel silenzio esprimeva sia dell’ostilità contro di me ma soprattutto una sorta di inutilità a parlare, tanto non veniva capita. Certe gravi malattie fisiche si generano nel silenzio più assoluto, a volte vengono scoperte accidentalmente dopo aver fatto normali controlli di routine. La persona Speciale è come un' amica, ogni volta che si pensa a lei... si scopre qualcosa d'ammirevole, d'adorabile, di commovente. E’ sempre meglio analizzare ogni aspetto e studiare a fondo anche la nostra posizione, così da poterci controllare e valutare se sia meglio parlare ed esprimere la nostra opinione rilevando, quindi, l’importanza delle parole, oppure se la situazione richiede il semplice silenzio. pres. Articolo scritto da Valeria Bonora – valeria2174.wix.com In questi casi il silenzio indica in genere una delusione per non essere stati compresi. Forte risulta il significato esistenzialistico e pirandelliano dell’uomo-maschera, della persona che serve a separare il proprio essere da quello che si è in pubblico. A questo silenzio, se l’interpretazione è corretta, segue del materiale di conferma. Negli stati di malattia fisica, anche quelli più “innocui”, il corpo emerge dal silenzio e si fa sentire attraverso sensazioni fisiche che vanno da qualcosa di fastidioso fino ad arrivare al dolore acuto. Q uesta nuova tecnica del silenzio comunicativo è un metodo che è stato sviluppato qualche tempo fa per far si che manchiate al vostro ex e che lui o lei voglia tornarvi insieme dopo una rottura. Bergman trasla l’etimo donandogli un forte significato esistenzialistico. La violenza psicologica è un insieme di atti, parole o sevizie morali, minacce e intimidazioni utilizzati come strumento di costrizione e di oppressione per obbligare gli altri ad agire contro la propria volontà. La biblioteca è uno dei posti in cui si presuppone che ci debba essere silenzio, per favorire la concentrazione dei presenti. Abdelmajid Benjelloun *** Le mie parole, un giorno, mi sono divenute estranee e ho taciuto. Più capiamo il significato di questa frase, più ci rendiamo conto di quanto sia profondamente vera. In questo caso si parla di contagio emotivo, molto frequente in età adolescenziale. Nella vita di ogni giorno esistono preoccupazioni cui non sempre possiamo far fronte e allora solo il silenzio può aiutarci. Il dispositivo tecnico per la realizzazione dell’esperienza psicoanalitica è chiamato “setting psicoanalitico”, che com’è noto è fatto da regole formali e una certa disposizione mentale. A quel punto le dissi che doveva aver vissuto molto male il mio intervento nella scorsa seduta e che aveva attribuito a se stessa se non andava questa relazione mentre io le dissi che mi ero accorto di essere stato poco delicato la seduta passata, che quando mi ero proposto in un altro modo durante i mesi di lavoro precedenti lei aveva risposto più costruttivamente, si lavorava ed aveva mostrato tutta una propositività. Inserisci il tuo indirizzo email per seguire Rivista Impronte e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail. 7) Per ogni sorta di male ci sono solamente due rimedi possibili: il tempo e il silenzio - Alexandre Dumas. Molto spesso il silenzio può essere usato per sedare un conflitto che ha raggiunto una fase di stallo e per cercare di calmare gli animi (prima di riprendere la conversazione), oppure per incapacità di esprimersi, ma quando il silenzio viene usato come punizione o manipolazione ha un significato ben preciso. Non è mai necessario dover parlare; chi ci circonda e chi ci vuole bene impara col tempo a capire i nostri silenzi e a interpretarli. Elbert Hubbard 11 Torino: Bollati Boringhieri, 1979. Questi esempi che rientrano nella vita di ogni singolo individuo ci fanno riflettere su quanto è facile commettere uno sbaglio soltanto iniziando a parlare. E’ noto che nell’iniziale sviluppo psichico, il neonato sia invaso da marasma sensoriale proveniente dalla propria corporeità che, gradualmente, viene reso “silenzioso” attraverso significazioni effettuate dalla figura materna nel maternage. Una altra cosa che una persona intelligente fa é aumentare la sua neuroplasticità,tipo leggere libri di argomenti diversi,suonare strumenti,fare giochi di logica e aritmetica e altro. Il silenzio è presente anche in alcuni quadri psicopatologici: come è possibile osservare nelle manifestazioni psicotiche di soggetti in stato catatonico, nell’autismo, nella malattia psicosomatica e quella depressiva dove il silenzio, sia in senso stretto che lato, occupa un posto di primo piano. Greenson R. R. (1978), Explorations in psychoanalysis. E concludo con le profonde parole di Eugenio Borgna (2009, p.87), che condivido pienamente, riportate nel suo ultimo testo: “alle ferite dello spirito non ha senso avvicinarsi con parole stanche e inutili, formali e desertiche, aride e raziocinanti, che non servono a nulla. rover L’agire dei violenti e il silenzio degli onesti di Anna Maffei ROMA, 19 maggio 2008 - L’incontro giornaliero con l’informazione a… Il silenzio, inoltre, può assumere anche un aspetto più tragico; è di uso comune, infatti, la similitudine tra il silenzio e la morte. Il tempo per lasciarsi andare. L’uomo è una vera e propria maschera, anzi molteplici (come insegnava Pirandello), tramite la quale riesce a separare la vita pubblica dalla vita privata. silentium, der. Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento: Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Non avevo tenuto in considerazione, come invece avevo fatto nelle numerose sedute precedenti, che essendo la signora una persona con un funzionamento narcisistico di personalità, avrebbe reagito con una particolare suscettibilità, fino ad arrivare a sentire come critica, offesa o svalutazione quello che avevo detto. In realtà sul finire della seduta precedente mi accorsi di essere stato eccessivo nel sottolineare un aspetto scottante della sua persona in cui manifesta forti inibizioni. Il silenzio porta la quiete, la quiete l’equilibrio, l’equilibrio la serenità adeguata per affrontare la vita e imparare a crescere. Modifica ), Stai commentando usando il tuo account Google. E questi atteggiamenti, soprattutto in una professione come la nostra, vanno rispettati. Vallino Maccio’ (1992), Sopravvivere esistere vivere: Riflessioni sull’angoscia dell’analista. Dopo questo intervento di chiarificazione vidi la paziente più sollevata, di nuovo come prima di questa impasse. Questo documento è di proprietà di https://significato.online/. silènzio silenzio m. [dal lat. ( Chiudi sessione /  Modifica ), Mandami una notifica per nuovi articoli via e-mail. La biblioteca è uno dei posti in cui si presuppone che ci debba essere silenzio, per favorire la concentrazione dei presenti. Lo faccio tramite le parole di questo articolo. La colpa è insita ad un’azione od omissione che contravviene ad una legge o ad un precetto morale. Francesca – così chiamerò un’analizzanda con cui lavoro da circa due anni che ha avuto un ricovero a causa di un’esperienza dissociativa – durante i primi mesi di avvio dell’analisi mi rimprovera di essere silenzioso, di parlare poco ed afferma di non voler parlare più. La vicenda attuale, quella vissuta in analisi fu interpretata e collegata a quella remota ed inoltre la potemmo esplorare insieme in profondità. Sognare un angelo porta l’attenzione verso gli aspetti spirituali dell’essere e si lega ad un bisogno di sicurezza e di verità. Con queste parole inizia l’articolo di Antonio Gramsci pubblicato il 1° gennaio del 1916 nel quotidiano “L’Avanti”. Il silenzio in alcuni individui fa paura, è in grado di terrorizzare alcune persone. L’analista quando accoglie nel suo studio l’analizzando cerca di creare un’atmosfera particolare: una sorta di sfondo silenzioso dal quale si possono mettere in evidenza le parole. Il silenzio è calma, tranquillità, è assenza di suono. A questo silenzio, se l’interpretazione è corretta, segue del materiale di conferma. International Universities Press, New York. Se non mi credi, senti da te! Alcuni pazienti hanno bisogno di stare un po’ in silenzio per metabolizzare la nuova presa di coscienza. Quando interruppi il silenzio della paziente chiedendole cosa stesse pensando in quel momento, mi rispose ed asserì che aveva avuto problemi di rapporto con l’istruttore della palestra e in aggiunta ri-teneva che per causa sua una cliente della palestra se ne era andata, che con sua madre ed il fratello non si capiva ed infine disse che il problema dipendeva da lei che non sa stare in relazione ed affermò che questo problema lo avvertiva anche nella relazione con il sottoscritto. Le parole utilizzate dalla signora, oltre al significato, contenevano e riempivano la stanza di tutta una turbolenza, una serie di emozioni che andavano dalla collera ribelle, all’odio, allo scontro, alla violenza. Per quanto attiene il silenzio del paziente è importante che questi sappia di essere libero in seduta di rimanere in silenzio così come di essere libero di parlare. Il veicolo attraverso il quale si mette in moto l’esperienza psicoanalitica è la parola ed il suo contrario, il silenzio. Da 25 anni non trovo un modo di scogliere il loro silenzio e fare capire che per il rispetto di un altra persona devono sforzare di comunicare quello che sentono. Quella particolare situazione che si presentò nel dialogo analitico fu totalmente superata, non si è più ripresentata, dissolta. Questo è il motivo per cui è sempre necessario esaminare con attenzione tutti gli altri aspetti del sogno. By lacapannadelsilenzio; 01/01/2020; 13 commenti «Ogni mattino, quando mi risveglio ancora sotto la cappa del cielo, sento che per me è capodanno». E’ in questo modo che poi può essere integrata più armoniosamente al resto della propria persona. E questo ti provoca un senso di vertigine per la paura di essere scoperto Messo a nudo, smascherato Poichè ogni parola è menzogna Ogni sorriso, smorfia e ogni gesto, Falsità” La (a)simmetria tra artista (personaggio) e persona è da sempre per Marracash/Fabio un qualcosa che lo turba. Il silenzio in questo caso è considerato come qualcosa di crudele e violento, che nasconde solo ed esclusivamente il dolore e la drammaticità della situazione. Il silenzio, inoltre, può assumere anche un aspetto più tragico; è di uso comune, infatti, la similitudine tra il silenzio e la morte. Nelle sedute riporta le difficoltà di dialogo avute con i genitori, cui si sono poi aggiunte le grandi difficoltà di comunicazione col marito, ora sottolinea le difficoltà di scambio col sottoscritto. Si dice che ogni persona è un'isola, e non è vero, ogni persona è un silenzio, questo sì, un silenzio, ciascuna con il proprio silenzio, ciascuna con il silenzio che è. ( Chiudi sessione /  Non è raro il caso di soggetti che trovandosi soli in casa abbiano bisogno di contrastare l’esperienza del silenzio mettendosi a telefonare a qualcuno, accendendo contemporaneamente televisore e radio. La paziente funzionava nella sua mente nel senso di slegare, di scollegare e questo costante funzionamento l’aveva anche portata a subire un ricovero, lo psicoanalista al contrario lavora a favore del collegare, dell’integrazione, non della scissione. La seduta successiva a quella della telefonata, tornò, si sdraiò sul lettino e stette in silenzio per diverso tempo, cosa che non era mai accaduta prima di allora. Il silenzio in questo caso è considerato come qualcosa di crudele e violento, che nasconde solo ed esclusivamente il dolore e la drammaticità della situazione. “Privilegiare il parlare rispetto al silenzio, sostiene Ogden (1997, p.69), la condivisione rispetto alla riservatezza, la comunicazione rispetto alla non comunicazione, è a mio avviso non analitico…”. Modifica ), Stai commentando usando il tuo account Facebook. Ogden T. (1997), Reverie and interpretation. Mostra tutti gli articoli di ainformazione. ogni persona è una voce, chi più alta, chi più cupa, chi più grave, chi più dolce... l'insieme di questi suoni riempie la vita di ognuno di noi; il silenzio è la sola pausa di riflessione tra un suono e l'altro Molte volte una parola esprime meno di quanto sappia comunicare il silenzio. 1. di persona, che persiste tenacemente in un comportamento o in un proposito, spesso contro ogni ragione: essere o. come un mulo; è troppo o. nei suoi giudizi; è un o. fumatore || Costante, perseverante: è un o. lavoratore SIN. (a cura di), L’esperienza condivisa. Dice che lei ha bisogno di comunicare con una persona che le parli, per questo è venuta in analisi ma invece osserva che questa cosa non avviene. L’Arte della Psicologia e la Psicologia dell’Arte, Il silenzio nella vita e nella psicoanalisi. (1998), L’alba del pensiero. Nel primo assioma della comunicazione Watzlawick afferma che è impossibile non comunicare. 2. Quando incontrate una persona silenziosa non forzatela a parlare, non abbiate paura di rimanere in silenzio, a volte è meglio un discorso fatto di sguardi che un discorso ricco di parole vuote, e sappiate che spesso il silenzio fa molto più rumore, soprattutto se viene da dentro. “Odio il capodanno”, l’inno alla vita di Antonio Gramsci. In altri casi accade che il silenzio dell’analizzando esprima la paura che le sue idee possano contaminare l’altro ed allora si astiene dal parlare. Quante volte ci è capitato di dire qualcosa che ha ferito chi ci stava accanto o di confidare segreti a una persona che ci ha tradito? Anche la successiva seduta la saltò ma mi avvisò telefonicamente poco prima, senza motivare le sue assenze come invece aveva fatto in altre occasioni. Il silenzio è vuoto, esattamente l'opposto di quello che avviene in un concerto rock. Noi siamo abituati a dare a parole come “silenzio” e “solitudine” un significato di malinconia, negativo. Giovanna – un’analizzanda che seguo solo da circa un anno – non viene alla seconda seduta della settimana e non telefona come ha sempre fatto quando a causa di un impegno scolastico non ha potuto frequentare la seduta. Altri rimangono in silenzio quando la proposizione è errata. Il silenzio dell’analista può ad esempio rimettere in moto nell’analizzando dei punti psichici che contengono esperienze molto dolorose sprofondate nell’inconscio e che, proprio a seguito del tipo particolare di distribuzione unilaterale dei ruoli, di chi deve parlare e chi invece deve tacere, riemergono sulla scena con tutta la loro carica emotiva. La parola in analisi gioca un ruolo di primo piano, non a caso l’analisi è stata definita come “talking care” e ben presto il paziente apprende che quello che afferma ha un valore, comprende che la parola in analisi non è vuota, scopre che la parola è qualcosa di diverso dall’uso che ne facciamo nella vita comune, dove si afferma qualcosa così, “tanto per dire”. di silens -entis, part. (Trad. ( Chiudi sessione /  Il silenzio, inteso in questo modo, va amato, apprezzato e va difeso in modo che le parole non possano rovinarlo o disturbarlo e, peggio ancora, in modo che la mente non sia distratta da niente, ma che si concentri solo su quella determinata situazione la cui importanza è messa in evidenza dalla completa dominazione del silenzio. Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso: Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Fargli vivere ogni giorno un pò di sano silenzio gli permette di apprezzarlo, di capirne il significato e il valore e sopratutto gli permette di riflettere sul rapporto che hanno con loro stessi e con gli altri. Sono chiusi dentro se stessi e dicono che loro stanno bene così. Attraverso il riserbo dell’analista, generalmente avviene che il paziente si sente motivato a dire tutto quello che gli preme. ... ed avvolgerti in un silenzio ... ha un significato speciale, perché lei ti guarda con gli occhi di chi sa apprezzare. La violenza psicologica non utilizza la forza fisica e si manifesta principalmente con parole e atti tesi a coercire la volontà di altre persone. Nel silenzio di una persona sono racchiuse la maggior parte delle volte tutti i sentimenti e i pensieri, siano essi positivi o negativi. Per metonimia, poi, persona ha assunto il significato di “uomo dietro la maschera” e quindi “uomo”. (Nicholas Sparks) 33) Si dice che ogni persona è un'isola, e non è vero, ogni persona è un silenzio, questo sì, un silenzio, ciascuna con il proprio silenzio, ciascuna con il silenzio che è. José Saramago 34) Chi non comprende il tuo silenzio probabilmente non capirà nemmeno le tue parole. Le parole hanno un grande potere, ma anche il silenzio. Ho bisogno che tu attribuisca delle parole a tutto quell’intenso silenzio che lasci ogni volta che te ne vai, ogni volta che non parli. Mi riferisce di essere figlia unica e quindi non ha avuto una sorella o un fratello con cui poter parlare e giocare. Molte volte il silenzio è sinonimo d’ignoranza. Invece nel dialogo analitico entrambe vengono considerate con una speciale importanza. B. Ho sofferto molto per tutto il periodo scolastico, mi sono sentita molto umiliata nei confronti del resto degli altri studenti”.

Tesina Sulla Rabbia Collegamenti, Sensazione Di Punture Di Spillo Al Seno, Linguaggio Figurato Scuola Primaria, Bonus Baby Sitter Nonni, I Paesaggi Naturali, La Morte Non è Niente Pdf, Modi Di Salutare Con La Mano,

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here