compito autentico sull'ambiente

0
1

. Tra questi spiccano i piani nazionali per l'energia e il clima e i piani strategici nazionali proposti ai fini dell'attuazione della politica agricola comune. 30 La Commissione esaminerà misure finalizzate a garantire che le tecnologie digitali, quali l'intelligenza artificiale, il G5, il. . Raggiungere la sostenibilità nei trasporti significa mettere gli utenti al primo posto e fornire loro alternative più economiche, accessibili, sane e pulite rispetto alle loro attuali abitudini in materia di mobilità. Deve mettere al primo posto le persone e tributare particolare attenzione alle regioni, alle industrie e ai lavoratori che dovranno affrontare i problemi maggiori. Si tratta di una nuova strategia di crescita mirata a, una società giusta e prospera, dotata di un'economia moderna, efficiente sotto il profilo delle risorse e competitiva, nel 2050 non genererà emissioni nette di gas a effetto serra e in cui la crescita economica sarà dissociata dall'uso delle risorse, proteggere, conservare e migliorare il capitale naturale dell'UE e a proteggere la salute e il benessere dei cittadini dai rischi di natura ambientale, e dalle relative conseguenze. Sulla base di questi progressi, la strategia rinnovata per la finanza sostenibile introdurrà norme chiare per orientare gli investitori verso gli investimenti sostenibili. Verrà inoltre esaminato in che modo si possa migliorare l'individuazione dei casi e velocizzare le indagini. Nel 2020 proporrà norme par garantire una catena del valore delle batterie sicura, circolare e sostenibile per tutte le batterie, anche per rifornire il mercato in crescita dei veicoli elettrici. La Commissione proporrà norme più rigorose in materia di emissioni inquinanti nell'atmosfera per i veicoli con motore a combustione interna. L'UE deve inoltre garantire che la sua politica in materia di. La priorità deve essere data all'efficienza energetica. Parallelamente la Commissione considererà l'eventuale applicazione di un sistema per lo scambio di emissioni al trasporto su strada che integri le norme attuali e future sui livelli di prestazione in materia di emissioni di CO2 per i veicoli. Presterà inoltre particolare attenzione al ruolo delle regioni ultraperiferiche nel Green Deal europeo, prendendo in considerazione non solo la loro vulnerabilità ai cambiamenti climatici e ai disastri naturali, ma anche i loro punti di forza: la biodiversità e le fonti di energia rinnovabile. Gli Stati membri possono utilizzare gli IPCEI per mettere in comune le risorse finanziarie, agire rapidamente e mettere in collegamento i soggetti appropriati, lungo le principali catene del valore. e reti ultraveloci) e alle soluzioni di intelligenza artificiale, dati accessibili e interoperativi semplificano le decisioni basate su evidenze empiriche e migliorano la capacità di comprendere e affrontare le sfide ambientali. per riportare sempre più nell'UE la produzione in alcuni settori. Un'ulteriore riduzione delle emissioni costituisce una sfida che richiederà massicci investimenti pubblici e maggiori sforzi per indirizzare i capitali privati verso interventi a favore del clima e dell'ambiente, evitando nel contempo la dipendenza da pratiche insostenibili. La reazione di valutazione globale della piattaforma intergovernativa di politica scientifica per la biodiversità e i servizi ecosistemici del 2019. ha evidenziato l'erosione della biodiversità a livello mondiale, dovuta principalmente a mutamenti delle modalità di utilizzo dei terreni e del mare, allo sfruttamento diretto delle risorse naturali e ai cambiamenti climatici, che sono stati identificati come la terza causa all'origine della perdita della biodiversità. Il suo succo veniva utilizzato, in passato come ora, per reidratare la pelle e pezzetti di questa pianta, se gettati nel fuoco, potenziano enormemente le pratiche di piromanzia. Fare leva sull'istruzione e la formazione. This document is an excerpt from the EUR-Lex website, COMMUNICATION FROM THE COMMISSION TO THE EUROPEAN PARLIAMENT, THE EUROPEAN COUNCIL, THE COUNCIL, THE EUROPEAN ECONOMIC AND SOCIAL COMMITTEE AND THE COMMITTEE OF THE REGIONS The European Green Deal, COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI Il Green Deal europeo, 1.Introduzione - trasformare una sfida pressante in un'opportunità unica. 10 Tale sostegno potrebbe assumere la forma di un'azione normativa, per sbloccare i finanziamenti o sfruttare al meglio gli strumenti di difesa commerciale. Si tratta di una nuova strategia di crescita mirata a trasformare l'UE in una società giusta e prospera, dotata di un'economia moderna, efficiente sotto il profilo delle risorse e competitiva che nel 2050 non genererà emissioni nette di gas a effetto serra e in cui la crescita economica sarà dissociata dall'uso delle risorse. Per far fronte a queste sfide interconnesse la Commissione adotterà nel 2021 un piano d'azione per l'inquinamento zero di aria, acqua e suolo. Dobbiamo cambiare mentalità, passando da una scarsa propensione al rischio alla tolleranza nei confronti dei fallimenti. Per essere competitiva, l'industria deve attirare e mantenere una manodopera qualificata. Per garantire un ambiente privo di sostanze tossiche, la Commissione presenterà una strategia in materia di sostanze chimiche per la sostenibilità. Essa richiederà un intenso coordinamento per valorizzare le sinergie possibili in tutti i settori d'intervento, Il Green Deal è parte integrante della strategia della Commissione per attuare l'Agenda 2030 e gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, nonché le altre priorità annunciate negli orientamenti politici della presidente von der Leyen. La Commissione collaborerà poi con gli Stati membri per migliorare la prevenzione degli incidenti industriali. 20 Inoltre, la Commissione proporrà misure per affrontare l'inquinamento causato dal deflusso urbano e dalle fonti di inquinamento nuove o particolarmente nocive, come le microplastiche e i prodotti farmaceutici. Prendendo le mosse dalla comunicazione "Intensificare l'azione dell'UE per proteggere e ripristinare le foreste del pianeta". 2.2 Un'industria che pone le basi della neutralità climatica. L'esercizio di revisione contemplerà anche la possibilità di destinare al bilancio dell'UE ulteriori introiti provenienti dalla messa all'asta delle quote, al fine di migliorare il finanziamento della transizione giusta. Questo lavoro può dimostrare che alcuni ecosistemi, per loro natura o esigenze, richiederanno un sostegno specifico e su misura. In parallelo, l'UE rafforzerà il dialogo bilaterale con i paesi partner, instaurando ove necessario meccanismi di collaborazione innovativi, e continuerà a confrontarsi con le economie del G20 responsabili dell'80 % delle emissioni globali di gas a effetto serra. Saranno incluse le modalità per gestire lo spazio marittimo in modo più sostenibile, in particolare per contribuire a sfruttare il potenziale in crescita delle energie rinnovabili offshore. La conferenza delle parti che si terrà a Glasgow nel 2020 rappresenta una tappa importante in vista del bilancio globale del 2023 e sarà l'occasione per valutare i progressi compiuti verso il raggiungimento degli obiettivi a lungo termine. Almeno il 30 % del Fondo InvestEU sarà destinato alla lotta contro i cambiamenti climatici. Riflettono anche il fatto che, anche se molto può essere fatto a livello europeo per promuovere e creare certezza, molte delle leve sono nelle mani di altri. ÆIniziativa per il miglioramento delle condizioni di lavoro dei lavoratori delle piattaforme. Questo approccio basato su una maggiore circolarità porterà a un'industria più pulita e più competitiva attenuando le ripercussioni sull'ambiente, allentando la concorrenza per accedere alle risorse limitate e riducendo i costi di produzione. L'UE deve essere in prima linea nel coordinamento degli sforzi internazionali verso la creazione di un sistema finanziario coerente che promuova soluzioni sostenibili.  e proporrà inoltre di rafforzare le disposizioni in materia di monitoraggio Un sostegno in questo verrà dalla nuova attenzione agli. Illustra la visione di quello che vogliamo raggiungere entro il 2030 e oltre e gli elementi fondamentali che ci porteranno alla meta. In questo senso è fondamentale intensificare gli sforzi in materia di resistenza ai cambiamenti climatici e per sviluppare la resilienza, la prevenzione e la preparazione. L'alleanza europea per le batterie ha permesso all'UE di posizionarsi ai primi posti nel settore industriale relativo a questa tecnologia fondamentale. L'alleanza Africa-Europa per gli investimenti sostenibili e l'occupazione, in particolare, cercherà di sbloccare il potenziale del continente africano per consentirgli di compiere rapidi progressi verso un'economia verde e circolare, caratterizzata da fonti energetiche e sistemi alimentari sostenibili e da città intelligenti. Può contribuire a eradicare pratiche dannose come il disboscamento illegale, migliorare la cooperazione normativa, promuovere gli standard dell'UE ed eliminare gli ostacoli non tariffari nel settore dell'energia rinnovabile. Informazioni, orientamenti e moduli di insegnamento potrebbero agevolare lo scambio di buone pratiche. Con riguardo ai cambiamenti climatici, in particolare, tutti gli accordi conclusi di recente dall'UE vincolano le parti a ratificare e attuare efficacemente l'accordo di Parigi. La Commissione intende inoltre riflettere nuovamente su come conseguire un'efficace tariffazione della rete stradale nell'UE. La necessità di garantire una transizione socialmente giusta deve trovare riscontro anche nelle politiche a livello dell'UE e dei singoli Stati. 11 L'agenda per le competenze e la garanzia per i giovani saranno aggiornate per incrementare l'occupabilità nell'economia verde. Sulla scia dell'esperienza. I summit tra l'UE e la Cina in programma nel 2020, a Pechino e a Lipsia saranno l'occasione per rinsaldare il partenariato sul fronte delle questioni ambientali e climatiche, segnatamente in vista della. Molto resta da fare nel prossimo decennio, a cominciare da un'azione per il clima più ambiziosa. 5 Per assicurare che l'UE svolga un ruolo fondamentale, la Commissione presenterà una strategia sulla biodiversità entro marzo 2020, cui faranno seguito azioni specifiche nel 2021. Controlli doganali rafforzati sono anch'essi essenziali per garantire che i prodotti importati siano conformi alle norme dell'UE. Ogni anno che passa l'atmosfera si riscalda e il clima cambia. . Anche le informazioni, a condizione di essere affidabili, comparabili e verificabili, svolgono un ruolo importante per consentire agli acquirenti di prendere decisioni più sostenibili, riducendo il rischio di un marketing ambientale fuorviante ("green washing"). La Commissione individuerà le misure, anche a livello legislativo, necessarie per realizzare tali riduzioni sulla base di un dialogo con i portatori di interessi. Una combinazione di misure dovrebbe vertere sulle emissioni, sulla congestione del traffico urbano e sul miglioramento dei trasporti pubblici. 9 "Inverdire" i bilanci nazionali e inviare i giusti segnali di prezzo. In secondo luogo allestirà spazi fisici e virtuali in cui i cittadini possano esprimere le proprie idee e la propria creatività, collaborando a iniziative ambiziose a livello sia individuale che collettivo. I piani strategici dovranno riflettere un maggiore livello di ambizione per ridurre significativamente l'uso di pesticidi chimici e i rischi connessi, nonché l'uso di fertilizzanti e antibiotici. dovrebbero essere incoraggiate. Tuttavia, la frammentazione dell'industria della difesa suscita perplessità circa le possibilità dell'Europa di costruire la prossima generazione di capacità critiche di difesa. InvestEU e il piano di investimenti del Green Deal europeo contribuiranno a sbloccare gli investimenti privati ove necessario. Una maggiore cooperazione transfrontaliera e regionale contribuirà a conseguire i benefici della transizione verso l'energia pulita a prezzi accessibili. Attenuano le catastrofi naturali, contrastano parassiti e malattie e contribuiscono alla regolazione del clima. La politica dei consumatori cercherà di responsabilizzare i consumatori a compiere scelte informate e a svolgere un ruolo attivo nella transizione ecologica. Garantire l'approvvigionamento di materie prime sostenibili, in particolare di quelle essenziali per le tecnologie pulite e le applicazioni digitali, spaziali e di difesa, diversificando l'offerta da fonti sia primarie che secondarie, è pertanto uno dei prerequisiti per far sì che tale transizione si realizzi. , che terrà conto di tutti gli operatori nell'ambito di una catena del valore. Questa strategia mostra la direzione del viaggio e la strada da percorrere per arrivarci. Prendendo le mosse dal recente bilancio della campagna "Legiferare meglio". la conferenza delle parti della convenzione sulla diversità biologica, a Kunming, in Cina, offrirà al mondo l'opportunità di adottare un solido quadro globale per arrestare la perdita di biodiversità. La rapida diminuzione del costo delle energie rinnovabili, unita a una migliore definizione delle politiche di sostegno, ha già ridotto l'impatto delle energie rinnovabili sulle bollette energetiche delle famiglie. Il processo di coordinamento macroeconomico del semestre europeo sosterrà le politiche nazionali al riguardo. Un maggior ricorso a strumenti di bilancio verdi aiuterà a riorientare gli investimenti pubblici, i consumi e la tassazione verso le priorità verdi, abbandonando le sovvenzioni dannose. 4.Rafforzare l'autonomia industriale e strategica dell'Europa. Al tempo stesso 50 milioni di consumatori hanno difficoltà a riscaldare adeguatamente le loro abitazioni. Esaminerà questioni quali le competenze in materia di ricerca e innovazione, il ruolo delle PMI e delle grandi imprese, nonché qualsiasi pressione esterna o dipendenza dall'estero. La revisione del quadro di governance economica europea includerà un riferimento agli investimenti pubblici verdi nel contesto della qualità delle finanze pubbliche, che servirà da spunto per un dibattito su come migliorare la governance di bilancio dell'UE. In primo luogo promuoverà la condivisione delle informazioni, l'ispirazione e la comprensione delle minacce e delle sfide rappresentate dai cambiamenti climatici e dal degrado ambientale, così come delle soluzioni per affrontarle. "Dal produttore al consumatore": progettare un sistema alimentare giusto, sano e rispettoso dell'ambiente. Tutti i comparti industriali dovrebbero essere invitati e incentivati a definire le rispettive tabelle di marcia per la neutralità climatica o la leadership digitale. Verso il "postmodernismo penale" A far corso dalla seconda metà degli anni '70 del XX secolo l'ideologia trattamentale, con il suo seguito di agenzie ed attori della risocializzazione entra in crisi. Essa mira inoltre a proteggere, conservare e migliorare il capitale naturale dell'UE e a proteggere la salute e il benessere dei cittadini dai rischi di natura ambientale e dalle relative conseguenze. Le autorità pubbliche, comprese le istituzioni dell'UE, dovrebbero dare l'esempio scegliendo beni, servizi e lavori rispettosi dell'ambiente; facendo ricorso agli. Il, e la recente strategia della Commissione per, hanno fissato il livello di ambizione, la velocità e la direzione del viaggio nei prossimi, Ora abbiamo bisogno di un nuovo modo di fare industria in Europa, adeguato alle ambizioni di oggi e alla realtà di domani. L'UE si adopera per mantenere aperti i mercati attraverso accordi commerciali con paesi o regioni partner o nelle sedi internazionali per trovare norme che funzionino per tutti. per semplificare la normativa e segnalare i casi problematici. La Commissione esaminerà in che modo è possibile utilizzare al meglio gli organismi scientifici e le agenzie dell'UE per progredire verso un processo riassumibile in "una sostanza — una valutazione" e garantire una maggiore trasparenza nel dare priorità alle azioni che riguardano le sostanze chimiche. 3.2. Anche la responsabilità estesa del produttore sarà rafforzata. La Commissione ambisce anche a ridurre il suo impatto ambientale in quanto istituzione e datore di lavoro. In questo senso è fondamentale intensificare gli sforzi in materia di resistenza ai cambiamenti climatici e per sviluppare la resilienza, la prevenzione e la preparazione. Questo investimento iniziale rappresenta inoltre un'opportunità per avviare stabilmente l'Europa su un nuovo percorso di crescita sostenibile e inclusiva. La revisione mira a chiarire le condizioni in base alle quali i progetti condotti dagli Stati membri in settori chiave possono essere attuati in modo tempestivo e in condizioni favorevoli alla concorrenza. Se, da un lato, il piano per l'economia circolare guiderà la transizione di tutti i settori, dall'altro gli interventi si concentreranno in particolare su settori ad alta intensità di risorse come quelli tessile, dell'edilizia, dell'elettronica e delle materie plastiche. Tuttavia, mantenendo le attuali politiche, la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra sarà limitata al 60 % entro il 2050. Entro marzo 2020 la Commissione varerà un patto europeo per il clima che contempla tre modi di coinvolgere il pubblico nell'azione per il clima. Sarà inoltre essenziale adottare un approccio "da PMI a PMI".

The Misfit Of Demon King Academy 2, Alta Via 1 Mappa, Casa In Vendita Mezzana, Prato, Libro Inglese B2, Familia Romana Pdf, Sintesi Letteratura Italiana Maturità Pdf, Carnevale Di Venezia 2020, I Significati Del Verbo Essere,

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here