La Campania è una terra dalle mille bellezze, tra una passeggiata a mare, una gita tra i borghi più belli, non possiamo non conoscere i laghi che con la loro straordinaria bellezza rappresentano la metà giusta alternativa  per un passeggiata all’insegna della natura.

Avellino

Lago Laceno

Lago Laceno. Foto da Flickr 

Il Lago Laceno, alimentato dal torrente Tronola, sorge all’inizio del pianoro e si spande attorno all’abitato. In principio la zona era paludosa, poi nei secoli scorsi lo stesso comune si mobilitò per rendere coltivabile il terreno, bonificando il territorio e canalizzando le acque fino a farle defluire nella posizione odierna del lago.

Il Lago di Conza, è un bacino artificiale di circa 800 ettari ed una profondità massima di 25 m, realizzato negli anni settanta del XX secolo in cui confluiscono le acque del fiume Ofanto. Nonostante sia un bacino artificiale, fa parte dell’oasi di protezione della fauna del lago di Conza, sito di importanza comunitaria.

Lago di San Pietro, è una perla nell’appennino Campano, che con l limpidezza delle sua acque conquista il cuore dei tanti curiosi che si apprestano a passare una giornata all’insegna della natura in questo magnifico e incontaminato luogo.

Benevento

Lago Telese

Lago Telese. Foto da Flickr

Il lago di Telese è un lago situato nel comune di Telese Terme ai confini con quello di Solopaca, nella valle del fiume Calore, in provincia di Benevento. Località turistica, oggi simbolo della cittadina. Soprattutto negli anni settanta e ottanta, era una meta preferita di tantissimi turisti, per pic-nic, passeggiate, pesca e balneazione. Oggi, si affolla, sono in alcune giornate dell’anno.

 

L’Oasi Lago di Campolattaro è un’area protetta dal WWF Italia nata nel 2003 per tutelare l’ecosistema della zona umida creata dalla piana alluvionale nella valle del fiume Tammaro e dal lago artificiale nel territorio dei comuni di Campolattaro e Morcone, in provincia di Benevento.

Caserta

Lago del Matese

Lago del Matese. Foto da Flickr

La Riserva Naturale Lago di Falciano si trova nel comune di Falciano del Massico e di Mondragone e comprende la zona umida del Lago di Falciano. Il lago di Falciano è di origine vulcanica ed è posto alle pendici del Monte Massico.

Il lago del Matese è il lago di natura carsica più alto d’Italia, situato ai piedi del monte Miletto (2050 m slm) e del monte Gallinola. Si riempie con acque provenienti dallo scioglimento delle nevi del monte Miletto e della Gallinola e da alcune sorgenti perenni.

Napoli

Lago d'Averno

Lago d’Averno.  

Uno dei primi laghi che ci viene in mente scrutando la Campania è il lago d’Averno un lago vulcanico che si trova nel comune di Pozzuoli, che giace all’interno di un cratere vulcanico spento, il nome deriva dal greco e significa “senza uccelli”, si narra che le acque presenti emanassero gas che non permettevano la vita a questa specie di animali. Il lago, oltre alla sua bellezza, porta con alcune bellezze da vedere e scoprire come il Tempio di Apollo, l’Antro della Sibilla Cumana in realtà una grotta scavata nel tufo, la Grotta di Cocceio, un cunicolo scavato dai Romani per scopi militari,  che collegava il lago a Cuma; oggi non più visitabile a causa di danneggiamenti strutturali avvenuti durante la seconda guerra mondiale, che hanno reso la grotta pericolante.

Il lago Fusaro (o lago Acherusio), formato dalla chiusura del tratto di mare delle frazioni di Torregaveta e Cuma, si trova nel comune di Bacoli, nell’omonima frazione. Per ordine del re di Napoli Ferdinando IV di Borbone, fu fatta costruire, la Casina Vanvitelliana, progettata da Vanvitelli, era un casino di caccia e pesca.

La casa è collegata da un ponte in legno, ma inizialmente era raggiungibile solo tramite imbarcazioni a remi.

Il lago Miseno, un lago nel comune di Bacoli, tra Monte di Procida e Capo Miseno. Ha un’estensione di circa 40 ettari, ed è separato dal mare da una barriera sabbiosa larga circa 200 metri ma è collegato con esso attraverso due foci: la prima ubicata in prossimità dell’abitato di Miliscola e la seconda localizzata nei pressi della baia di Miseno.

Il lago di Lucrino è un bacino naturale della città metropolitana di Napoli, situato sulla costa dei Campi Flegrei, a poca distanza dal lago d’Averno. Si è formato in epoca antica a seguito del moto ondoso del mare.

Il Lucrino ha visto sgorgare intorno al suo bacino la massima concentrazione di fonti di acque termali. Esse sono attestate sia dai resti di impianti termali di epoca romana, tuttora riconoscibili intorno al suo specchio d’acqua, sia dal catalogo che nel XIII secolo compilò Pietro da Eboli.

La Riserva naturale Cratere degli Astroni è una riserva naturale statale della Campania, ed oggi, è uno dei crateri più grandi tra i trenta che si trovano nella zona dei Campi Flegrei e sicuramente quello meglio conservato nella sua struttura. È attraversato da sentieri naturali ed osservatori per l’avifauna, e all’interno del cratere vi sono 3 colli (Imperatrice, Rotondella, Pagliaroni) che ne occupano gran parte della superficie. La zona sud-occidentale è piatta con tre piccoli stagni (il maggiore è denominato “Lago Grande”) ricchi di specie animali e vegetali.

 

Salerno

Lago di Persano. Foto da Wikimedia 

Il lago di Persano o traversa di Persano, è un bacino artificiale realizzato nel 1932 dal Consorzio di bonifica in Destra del fiume Sele per scopi irrigui, in cui confluiscono le acque del fiume Sele. È situato nei comuni di Campagna e Serre, in provincia di Salerno, all’interno del Riserva naturale Foce Sele-Tanagro.

 

Il lago Sabetta, è un bacino artificiale realizzato nel 1958 per la produzione di energia elettrica, in cui confluiscono le acque del fiume Bussento. È situato nel comune di Caselle in Pittari, in provincia di Salerno, all’interno del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

Girando le cinque provincie campane, tra laghi naturali, e bacini artificiali, c’è molto da vedere. Molti laghi, sono l’idea per trascorrere una giornata all’insegna del verde, immersi nella flora e nella fauna campana, il tutto accompagnata da aree pic-nic attrezzate.

 

Location: Array

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati