Radius: Off
Radius:
km Set radius for geolocation
Search

9 motivi per mangiare a Natale in Campania

9 motivi per mangiare a Natale in Campania

In tutta la Campania il mangiar bene è sempre d’obbligo. Ma  a Natale qui si da il meglio si se, sfornando specialità e ricette tradizionali che fanno impazzire proprio tutti. Ecco i 9 motivi per mangiare a Natale in Campania.

1. Mostaccioli Napoletani

i mostaccioli ricetta tipica di napoli

Mostacccioli napoletani

Una tradizione tutta Campana, anche se ci sono delle varianti anche in altri paesi. Soprattutto a Napoli quando nell’aria si sente l’odore di questi dolci, allora si può dire che è arrivato davvero il Natale. I mostaccioli napoletani hanno la caratteristica forma di rombo e la gustosa copertura di cioccolato fondente. Ma a rendere davvero particolare questo antichissimo dolce è la presenza del pisto, un mix di spezie profumatissime. I mostaccioli napoletani vengono preparati già a partire dall’8 dicembre ma, come da consuetudine, accompagnano tutti i giorni delle festività natalizie.

2. Insalata di rinforzo

Insalata di rinforzo

Insalata di rinforzo

Anche l’insalata di rinforzo è un piatto tipico della tradizione natalizia napoletana. Questo piatto nelle famiglie più tradizionali non manca mai sulla tavola imbandita per il classico cenone. Anche se esistono molte varianti, la ricetta originale prevede l’utilizzo delle “papaccelle”, i tipici peperoni campani rossi e tondi. Il nome dell’insalata di rinforzo deriva dal fatto che  questo piatto venisse preparato per il cenone della Vigilia di Natale e di giorno in giorno era “rinforzato” per integrare quello che veniva consumato, fino alla Vigilia di Capodanno. Una altra tradizione, invece, dice che “rinforzo” sia dovuto al fatto che uno degli ingredienti fondamentali della ricetta sia l’aceto che appunto rafforza il sapore del piatto. Un’ulteriore versione è che questa saporita insalata venisse usata per rinforzare la cena della Vigilia.

3. Cardone Beneventano

Cardone beneventano

Cardone Beneventano

Nella bella Benevento, a Natale, sulle tavole non può mancare il Cardone Beneventano, di solito preparato per il pranzo di Natale. Si tratta di una gallina con le varie verdure e l’aggiunta delle altre carni e del cardo, il vero ingrediente protagonista che da il nome alla ricetta.

4. Struffoli

Struffoli

Struffoli

Eccoli.. i re del Natale a Napoli. I dolci più tipici della tradizione napoletana e rappresentano sicuramente una delle ricette più caratteristiche del periodo natalizio. Sono delle piccole palline di pasta dolce, fritte e poi immerse nel miele e decorate con confetti colorati e frutta candita. Per quanto riguarda le origini degli struffoli, dobbiamo tornare indietro fino all’età degli antichi Greci che pare li abbiano esportati nel Golfo di Napoli al tempo di Partenope.  Gli struffoli rendono allegri al solo sguardo vista la loro preparazione creativa e colorata e deliziano i palati per il mix perfetto tra croccante e dolce.

VAI ALLA RICETTA >>> STRUFFOLI COME PREPARARLI

5. Minestra maritata

la minestra maritata

La minestra maritata

La minestra maritata è una zuppa molto saporita immancabile sulle tavole natalizie ma utilizzata anche in tutto il periodo invernale. Il nome della minestra maritata, e cioè sposata, deriva dal connubio perfetto tra i vari ingredienti che la compongono e che risultano perfettamente maritati tra loro. La minestra maritata ha una preparazione molto lunga, ma la sua realizzazione non è così complessa come si pensa, un pò di attenzione e qualche cura dei dettagli e il risultato è ottimo.

VAI ALLA RICETTA >>> LA MINESTRA MARITATA COME PREPARARLA 

6. Il Capitone

capitone

Il capitone

Fritto, alla brace o in umido è uno di quei piatti che proprio non possono mancare sulla tavola imbandita delle feste di tutti i napoletani. Il Capitone tradizionalmente viene mangiato per scongiurare il male. Infatti, anticamente, si credeva che proprio per la sua somiglianza con il serpente, simbolo del demonio, e per la sua forma, che riporta nettamente alla sfera sessuale, mangiare il capitone fosse un modo per allontanare il male.

VAI ALLA RICETTA >>> COME PREPARARE IL CAPITONE FRITTO

7. Scarola imbottita

Scarola imbottita

Scarola imbottita

La scarola imbottita, (scarola mbuttunata), è una ricetta tipica della Campania che viene preparata durante i periodi delle festività, soprattutto quelle natalizie. Si tratta di una semplice preparazione di origine contadina, visti anche gli ingredienti poveri e tradizionali. Ogni famiglia conserva la sua ricetta di cui aggiunge, rimuove o sostituisce un ingrediente in base ai gusti.

VAI ALLA RICETTA >>> COME PREPARARE LA SCAROLA MBUTTUNATA

8. Roccocò

Roccocò

Roccocò

Un altro dolce campano tipico del periodo natalizio. I roccocò sono ciambelle croccanti,  dolci con l’impasto a base di mandorle profumato e impreziosito da scorza d’arancia e dal famoso pisto, un particolare misto di spezie. Questi dolci tipici si possono assaporare in una doppia versione: quella “spacca denti” e una leggermente più morbida.

9. Pizza di Scarola

Pizza di scarola

Pizza di scarola

Anche lei è immancabile a Natale in Campania, anche se si trova anche in altri periodi dell’anno. La pizza di scarola ha un guscio fragrante che nasconde un ripieno di fumante scarola, alici di Cetara e olive di Gaeta. Per chi non ama la ricetta classica si possono scegliere gli ingredienti che si vogliono.

VAI ALLA RICETTA >>> PIZZA DI SCAROLE COME PREPARARLA

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri 664 iscritti

About Stefania Lombardi

Si occuperà dell’organizzazione dei contenuti presenti sul sito, curandone l'ottimizzazione per i motori di ricerca. Inoltre il suo compito prevede la progettazione della veste grafica del portale. Stefania Lombardi è laureata in Turismo. Grazie a questo percorso ha acquisito buone conoscenze in materia di programmazione delle politiche per il turismo. Ha esperienza nell’ambito del Web Marketing e del Seo avendo lavorato presso un’agenzia on line di viaggi. Nutre un grande interesse per le tradizioni e feste popolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati