Radius: Off
Radius:
km Set radius for geolocation
Search

Giambattista Basile:il napoletano ideatore del genere fiabesco

Giambattista Basile:il napoletano ideatore del genere fiabesco
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Giambattista Basile, è stato un letterato e scrittore italiano di epoca barocca, primo a utilizzare la fiaba come forma di espressione popolare. Di origine napoletana, nato a Giugliano nel 1566, è stato l’ideatore, anticipando sia Perrault che i fratelli Grimm, del genere fiabesco.

Basile infatti, anticipa di oltre un secolo i sui successori, realizzando Lo cunto de li cunti, overo lo trattenemiento de peccerille (La fiaba delle fiabe, o l’intrattenimento per i più piccoli).  L’opera è stata dedicata all’Accademia napoletana degli Oziosi ed è composta da ben 50 fiabe in lingua napoletana pubblicate tra il 1634 e 1636, lette anche da un pubblico adulto per la complessità dei temi trattati.

Giambattista Basile

Giambattista Basile

Fu tradotta in lingua italiana da Benedetto Croce, che ha affermato che si tratta de “”il più antico, il più ricco e il più artistico fra tutti i libri di fiabe popolari…“.

Dalle opere di Basile derivano alcuni dei grandi classici della fiaba moderna come ad esempio Cenerentola che deriva dallo scritto Gatta Cenerentola e Il Gatto con gli stivali che deriva dallo scritto Cagliuso. 

Insomma possiamo affermare che anche la fiaba abbia un origine napoletana?  Noi pensiamo proprio di si 🙂

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri 103 iscritti

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

About Mariateresa Lombardi

Si occuperà degli aspetti gestionali dell’impresa e della progettazione dell'offerta turistica-culturale. Inoltre avrà cura della ricerca e gestione dei contatti con eventuali clienti coordinando le attività promozionali ed informative. Mariateresa Lombardi studentessa in Turismo , ha forte conoscenze del territorio e del sistema di comunicazione . Ama viaggiare e scoprire posti e tradizioni nuove .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati