Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Chiudete gli occhi e provate ad immaginare…una baia incontaminata, una riserva verdeggiante, una oasi di pace e sacralità. Un luogo leggendario, mitico, ricco di fascino. Il paesaggio ci invita a fare silenzio. Da lontano riecheggia nell’aria, il seducente canto delle Sirene. In questo caso la realtà supera l’immaginazione. Ci troviamo a Nerano, una frazione di Massa Lubrense  alla scoperta di una delle perle più preziose della Costiera Sorrentina: la Baia di Ieranto.

Un luogo che incanta lo sguardo, un sentiero che seduce per la sua bellezza. Il suo incantevole paesaggio ricorda un luogo sacro, un timore reverenziale di fronte tanta meraviglia. E’ qui, che Ulisse fu incantato dal fascinoso canto delle Sirene. A pochi passi da Punta Campanella, la Baia di Ieranto rappresenta la selvaggia macchia mediterranea della Costiera.

Raggiungibile solo a piedi, rappresenta il volto più selvaggio e uno tra i più suggestivi della Costiera .La Baia di Ieranto è un’insenatura rocciosa tra Punta Campanella e Punta Penna, una vera oasi dell’ Area Marina Protetta. Il nostro percorso inizia dalla località di Nerano, un piccolo e caratteristico borgo di pescatori. Il sentiero naturalistico che conduce alla Baia parte dalla piazzetta di Nerano. In un primo tratto tra agrumeti e oliveti, incontriamo Villa Rosa, la famosa dimora di Norman Douglas. Sulla sinistra si apre un piccolo scorcio sulle spiagge di Marina del Cantone. Proseguendo lungo il sentiero, noteremo come la vegetazione si dirami aprendosi a uno dei panorami più esclusivi al mondo. Dal crinale di Spirito si aprono due scenari di ineguagliabile bellezza: a destra è possibile quasi toccare con mano Punta Campanella e i Faraglioni di Capri; a sinistra il Golfo di Salerno fino a Punta Licosa, la Costiera Amalfitana e le isole; al centro la Baia di Ieranto. Da qui il percorso si divide; a sinistra il sentiero porta a Punta Penna e a Torre Montalto dove godere uno dei punti più panoramici della baia e i vecchi stabilimenti dell’Italsider (oggi beni protetti dal FAI); a destra c’è una discesa con una scaletta che conduce alla spiaggia piccola, detta Marinella, dove tuffarsi in uno dei mari tra i più cristallini.

Come arrivare

Prendere l’autostrada A3 ed uscire a Castellammare di Stabia. Da qui seguire la SS 145 in direzione Sorrento. Proseguire lungo la SP 7 fino a Massa Lubrense e da qui seguire le indicazioni per Nerano.

 

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.